logo

Addio a Sandra Milo: si è spenta a 90 anni la musa di Fellini

di Violeta Fidanza

Pubblicato il 2024-01-29

Sandra Milo ci ha lasciato all’età di 90 anni, si è spenta nella sua abitazione tra l’affetto dei suoi cari, oggi, 29 gennaio 2024.

article-post

Sandra Milo, al secolo Salvatrice Elena Greco, ci ha lasciato all’età di 90 anni, si è spenta, nella sua abitazione tra l’affetto dei suoi cari, nella mattina del 29 gennaio 2024.

Attrice, cantante e conduttrice Sandra Milo è stata una diva del grande e del piccolo schermo, diventando negli ultimi anni anche un personaggio amato sui social media.

Il mondo dello spettacolo piange un’icona, una donna ed un’artista che ha sempre affrontato nuove sfide nella sua carriera così come nella sua vita privata, mantenendo le qualità fondamentali grazie alle quali si è sempre contraddistinta negli anni: l’energia, il sorriso, l’ironia e soprattutto la gentilezza.

La carriera di Sandra Milo, tra grande e piccolo schermo

Nata a Tunisi da un padre siciliano, Sandra Milo fa il suo debutto cinematografico nel 1955 accanto ad Alberto Sordi nel film Lo scapolo, il suo primo ruolo significativo però arriva quattro anni più tardi, nel 1959 con Il generale Della Rovere, dov’è diretta da Roberto Rossellini, al fianco di Vittorio De Sica.

Nel 1961 è la protagonista della pellicola Fantasmi a Roma, insieme a Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni, diretta da Antonio Pietrangeli. Nel 1962 ritorna sul grande schermo con Il giorno più corto di Sergio Corbucci, dove recita al fianco di Totò, Eduardo e Peppino De Filippo, Jean-Paul Belmondo, Ugo Tognazzi e Aldo Fabrizi.

Sandra milo 3
Sandra Milo e Marcello Mastroianni in una scena di 8 ½

Negli anni ’80, Sandra Milo diventa popolare anche sul piccolo schermo, per via della trasmissione Piccoli fans e del programma pomeridiano L’amore è una cosa meravigliosa

Tra i suoi ultimi impegni Pupi Avati la vuole nel 2003 nel suo film Il cuore altrove e nel 2010 Salvatores nel suo Happy Family, mentre al teatro si impegna in diversi spettacoli, tra cui: 8 donne e un mistero, Il letto ovale, Fiori d’acciaio e Il club delle vedove.

La sua stella continua poi a brillare ricordata in tv, tra apparizioni, siparietti divertenti che verranno ricordati per sempre e programmi come il recente e simpaticissimo “Quelle brave ragazze”, programma tv stile “reality” prodotto Sky Original dove Sandra Milo ha partecipato e ci ha fatto divertire in questa avventura assieme Mara Maionchi, Orietta Berti e( nella seconda stagione) Marisa Laurito.

L’incontro con Federico Fellini

L’avvenimento cruciale che segna la carriera di Sandra Milo coincide con l’incontro con Federico Fellini. Affettuosamente soprannominata “Sandrocchia” dal regista, la talentuosa attrice si distingue come protagonista in due capolavori fondamentali del cinema italiano: del 1963 e Giulietta degli spiriti del 1965. La collaborazione con Fellini non solo consacra la sua carriera, 8½ vinse premi 2 Oscar e 7 Nastri d’Argento (di cui uno a Sandra), le conferisce anche una dimensione iconica nel cinema d’autore.

Sandra Milo- Fellini
Sandra Milo e Federico Fellini nel 1964

L’incontro con il grande regista segna anche la vita personale dell’attrice, tra i due infatti scoppiò la passione, un colpo di fulmine dal quale prese vita una storia clandestina che sarebbe durata per i successivi 17 anni, creando diversi corto-circuiti sul set e fuori. Sandra Milo, negli anni durante alcune interviste aveva parlato del regista, ricordandolo così:

“Federico era un regista che sapeva incantare e incantarmi. Coglievo al volo le sue indicazioni, sapeva dirigere con grande facilità. Riusciva a tirare fuori la parte migliore di ciascuno, talenti che nemmeno si sapeva di possedere. Tutti volevano lavorare con lui”.

Seguici anche su:

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Google News

Potrebbe interessarti anche