logo

Past Lives: 3 film da vedere se vi è piaciuto l’esordio di Celine Song

di Mattia Loiacono

Pubblicato il 2024-02-14

Se vi è piaciuto Past Lives, vi consigliamo altri tre film assolutamente da recuperare, che parlano d’amore in una lingua universale.

article-post

Past Lives, lungometraggio d’esordio di Celine Song, è stato acclamato da pubblico e critica come pochi debutti negli ultimi anni. Il film, presentato al Sundance Film Festival e passato successivamente anche dalla Festa del cinema di Roma, ha all’attivo cinque candidature ai Golden Globe, due agli Oscar, nonché come Miglior film e Miglior sceneggiatura originale, e vanta attualmente un 96% su Rotten Tomatoes.

Past Lives, ha raccontato la regista, è ispirato ad una vicenda realmente accaduta, in cui lei stessa ha dovuto fare da mediatrice tra suo marito, americano, ed un suo amico d’infanzia coreano. Una storia toccante, costruita su distanze reali e metaforiche, fisiche e astratte, tra la fluidità di culture e la naturalezza dei sentimenti. Se vi è piaciuto Past Lives, vi consigliamo altri tre film che possono appassionarvi e che dovete assolutamente guardare.

Lost in Translation

Diretto da Sofia Coppola, Lost in Translation ha diverse caratteristiche in comune con Past Lives, a partire dall’origine della storia, anche qui ispirata a vicende realmente accadute alla regista durante le sue esperienze in Giappone. Difatti, il film fu definito da lei stessa come “un biglietto di San Valentino per Tokyo”.

Il film del 2003 con Bill Murray e Scarlett Johansson racconta del rapporto nato in un hotel di Tokyo tra un attore a fine carriera e una giovane ragazza, entrambi statunitensi. La loro grande solitudine interiore li porterà a viversi in modo platonico, ma non per questo poco reale, anzi. La difficoltà nell’ambientarsi in un contesto diverso, lontano da casa, li spingerà ad estraniarsi da un mondo che probabilmente già consideravano ben lontano da loro. Il loro amore, che va ben oltre l’innamoramento, li farà sentire un po’ meno soli.

Lost in Translation è stato candidato a quattro Oscar, Miglior film, Miglior attore per Bill Murray, Miglior regista per Sofia Coppola e Miglior sceneggiatura originale, aggiudicandosi proprio quest’ultima statuetta. Chissà se proprio questo premio potrà accomunare ancora di più i due film.

film come past lives: lost in translation

In the Mood for Love

Definito da molti come uno dei più grandi film d’amore di tutti i tempi, In the Mood for Love è un capolavoro che non potete perdere. Scritto e diretto da Wong Kar-wai, il film racconta di una storia d’amore tra un uomo e una donna sposati, entrambi traditi dai rispettivi compagni. Immersi negli anni ’60 e in una Hong Kong alle prese con l’occidentalizzazione e il cambiamento, il racconto diventa metafora delle scelte prese durante il corso della vita, con l’inesorabile passaggio del tempo a corrodere le memorie.

I devastanti “what if” che tormentano i personaggi di In the Mood for Love non sono poi tanto distanti da Past Lives e dal suo concetto di In-Yun. Candidato per la Palma d’oro, In the Mood for Love è stato posto da un sondaggio della BBC al secondo posto in classifica tra i più grandi film del 21º secolo.

in the mood for love

Prima dell’alba

Prima dell’alba è un film del 1995 diretto da Richard Linklater, con Ethan Hawke e Julie Delpy nei panni di Jesse e Celine, due ragazzi, lui statunitense e lei francese, che si incontrano in un treno diretto a Vienna. Il mattino dopo Jesse partirà con l’aereo per tornare a casa, ma convince Celine a passare la notte prima della partenza insieme. Iniziano a conoscersi, si aprono alle loro fragilità e si amano, per quanto consapevoli che quell’amore di una notte è destinato ad essere una momentanea deviazione a ciò che la vita ha in serbo per loro.

Come per Past Lives e Lost in Translation, anche in Prima dell’alba abbiamo alla base una storia realmente accaduta al regista, che ha apertamente dichiarato di essersi ispirato ad un incontro e ad una notte passate con una donna conosciuta a Filadelfia. Vincitore del Miglior regista al Festival di Berlino, il film è anche il primo di una trilogia, composta anche da Before Sunset – Prima del tramonto del 2004 e Before Midnight del 2013.

prima dell'alba

Seguici anche su:

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Google News

Potrebbe interessarti anche