Saltburn: la spiegazione del finale del film del momento

saltburn

Saltburn è il nuovo film con Barry Keoghan e Jacob Elordi, disponibile ora in streaming su Prime video. Presentato in anteprima alla Festa del cinema di Roma (trovate qui la nostra recensione), da quando è approdato sulla piattaforma non ha fatto altro che far parlare di sé. Il merito va sicuramente ad un cast d'eccezione che interpreta al meglio una satira gotica e disturbante dalla fotografia edulcorata e patinata, con un lato dark e contemporaneamente grottesco. Il tutto sotto la vivace direzione di Emerald Fennell, che al suo secondo film alla regia, si riconferma una "una donna promettente".

Lotta di classe, ossessione, passione, frenesia e oscurità. Saltburn è una rivelazione, diventato virale anche sui social, in particolare su TikTok, grazie alla scena finale. Ma prima di arrivare a quel punto, analizziamo insieme il finale enigmatico della pellicola che, nonostante la somiglianza con Il talento di Mr Ripley, riesce a sconvolgerci per più di due ore.

saltburn

Tutti si perdono a Saltburn

Saltburn racconta la storia di Oliver (Barry Keoghan) che appena entrato ad Oxford si lega al carismatico Felix (Jacob Elordi). Dopo avergli raccontato una vita di tragedie, viene invitato a passare l'estate nella residenza estiva della famiglia Catton. Da lì inizia la sua scalata, un po' alla Parasite un po' alla Triangle of Sadness. Oliver si affeziona, fin troppo, ai componenti della famiglia, instaurando un rapporto enigmatico. Il suo interesse si trasforma in un'ossessione sinistra che sfocerà in tragedia.

saltburn

Scoperto che Oliver è di classe più agiata ed ha entrambi i genitori ancora in vita, Felix decide di concedergli il suo ultimo momento di gloria a Saltburn festeggiando il suo compleanno. Da lì, la tragedia. Felix viene trovato morto il giorno dopo. La notizia destabilizza tutta la famiglia che tassello dopo tassello crolla. Alla morte della sorella Venetia, ritenuta inizialmente un suicidio, segue la perdita del padre.

La madre trascorre quindi i suoi ultimi anni lontana da Saltburn e quando incontra "casualmente" anni dopo Oliver, si lega a lui come ultimo ricordo ancora in vita della sua ultima estate felice . Dopo averla accudita per farsi intestare tutti i suoi beni, compresa la tenuta estiva, Oliver rivela di essere stato il fautore di tutte le disgrazie, uccidendo Felix e Venetia, e disfacendosi lentamente del resto della famiglia. Il suo era un piano architettato con cura per impossessarsi dei beni dei Cottons e portare giustizia tra le classi sociali.

saltburn

La scena finale: Barry Keoghan messo a nudo

La scena che chiude Saltburn è una lunga sequenza in cui Oliver balla nudo per tutta la tenuta, ora che ne è diventato il solo proprietario, sulle note di Murder on the Dancefloor di Sophie Ellis-Bextor. In questa incredibile sequenza, girata ben 11 volte, emerge tutta quella "gioia diabolica e assoluta", come rivelato da Emerald Fennell, di cui Oliver si è impossessato. Ora che il suo folle desiderio di possessione è stato appagato, non gli resta che divertirsi e ballare senza filtri in quel di Saltburn.