Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Ghostbusters – Minaccia glaciale, Recensione: gli acchiappafantasmi sono tornati

Ghostbusters – Minaccia Glaciale è arrivato al cinema e gli acchiappafantasmi tornano a New York per affrontare nuove avventure.

ghostbusters - minaccia glaciale

Gli acchiappafantasmi sono tornati in sala. È infatti arrivato al cinema Ghostbusters - Minaccia glaciale, un ennesimo seguito che porta avanti la saga sugli acchiappafantasmi. Una pellicola diretta da Gil Kenan che si rifà all'immaginario anni 90 e che risulta molto simile alla serie animata degli anni 90.

Di cosa parla Ghostbusters - Minaccia glaciale

Immagine d'informazione

La famiglia che avevamo conosciuto in Ghostbusters-legacy si trasferisce a New York. Gli acchiappafantasmi hanno ormai un laboratorio segreto in città dove indagano sul paranormale e i fantasmi. Gli storici protagonisti hanno bisogno di aniuto, aiuto chge arriverà dalle nuove leve già conosciute in precedenza. Dovranno affrontare diversi ostacoli nel loro percorso tra i quali anche il sindaco della città, oppositore del gruppo da tempo. Ma soprattutto dovranno risolvere il pasticcio che da motivo dell'esistenza della pellicola stessa. Un danno creato da Phoebe stessa.

1,2,3... stai là!

Immagine d'informazione

La pellicola ha un buon incipit, si tratta di una commedia d'avventura e fantascienza, perciò l'azione deve essere parte fondamentale. In questo caso il film parte con il botto. Scene interssanti, che richiamano ai primi due film e che soprattutto ci riportano a New York. Dopo le vicende avvenute in Ghostbusters-legacy, che avevano visto come sfondo Summerville, tornare a New York regala la percezione di tornare indietro nel tempo.

Per quanto nei primi minuti il film riesca ad attirare l'attenzione dello spettatore, questo scema man mano e va a diventare sempre più lento. Nella parte centrale si perde totalmente dentro la storia anche se più avanti riesce a recuperare sul finale. Una cosa certa è che i 115 minuti potevano essere ridotti almeno di 20-30 così da alleggerire l'effetto della parte centrale che come già detto si perde e risulta pesante.

Una regia non tanto presente...

Questo film ha degli aspetti che funzionano. Innanzitutto è divertente. In tutta la sua durata riesce, grazie soprattutto alla scrittura dei dialoghi, a strappare delle risate nel pubblico. Funzionano anche tutti i richiami ai primi due film della saga, e la presenza dei vecchi protagonisti. Giocare sulla nostalgia però porta anche ad alcuni lati negativi: diverse ripetizioni che possono annoiare man mano.

La regia non da nulla di interessante al film. Questa saga non è mai stata caratterizzata da una regia sbalorditiva, i primi due film sono stati diretti bene, ma non hanno nulla di eccezionale da farci ricordare in questo senso. Questo film però sembra diretto in modo freddo e distaccato, come se, a differenza del primo regista, Gil Kenan non amasse nemmeno il film stesso.

Insomma Ghostbusters - Minaccia glaciale è un film carino. Per quello che si può pretendere da i seguiti di grandi saghe è ben riuscito. Ciò non significa che non ci siano errori. L'effetto nostalgia, le scene comiche e la buona scrittura riescono a renderlo piacevole da vedere.

7

Ghostbusters - Minaccia glaciale

L'ennesimo seguito che quantomeno risulta piacevole da vedere e riesce a riportare lo spettatore nella New York degli acchiappafantasmi del 1984. Un film scritto bene, ma diretto in modo freddo, che riporta al centro della storia alcuni dei vecchi protagonisti dei film di ghostbusters e che non riesce a convincere pienamente lo spettatore.

Dove vederlo: