Jabra Elite 45h

Jabra Elite 45h – Recensione delle cuffie wireless dall’autonomia esagerata

In occasione del CES 2020, il noto brand americano specializzato in apparecchiature audio e video ha presentato le Jabra Elite 45h, nuove cuffie wireless che promettono un autonomia da “paura” e una qualità dell’audio senza precedenti.

Confezione e Design

Le cuffie si presentano all’interno di una confezione di vendita alquanto minimale, presentando una dotazione di tutto rispetto, dato che oltre alle Jabra Elite 45h, avremo in dotazione un cavo di ricarica USB/ USB-C lungo circa 30 cm e una custodia da viaggio.

Le nuove cuffie wireless del colosso americano, una volte uscite dalla confezione di vendita, si presentano con un design “pulito” ed elegante, interamente realizzate in plastica (eccetto qualche elemento in alluminio), caratterizzate da due padiglioni contraddistinti da cuscinetti auricolari in gommapiuma memory morbidi e modellabili, che assicurano una comodità e un posizionamento ottimale, rendendo le Jabra Elite 45h estremamente comode e perfette per lunghe sessioni di utilizzo.

Jabra Elite 45h - Recensione delle cuffie wireless dall'autonomia esagerata 1

Le cuffie non presentano alcun tipo di controllo soft touch, ma esclusivamente pulsanti fisici a pressione, disposti tutti sul padiglione destro, dove possiamo trovare:

  • Tasto di accensione e spegnimento
  • Abbinamento Bluetooth
  • Alzare e abbassare il volume
  • Tasto per mettere in pausa o riprendere i contenuti multimediali
  • Tasto per attivare l’assistente virtuale (Alexa, Google Assistant, Siri)
  • Ingresso USB-C per la ricarica

Inoltre, sul padiglione destro troviamo non solo l’ingresso USB-C per ricaricare le Jabra Elite 45h, ma anche i due microfoni per effettuare e ricevere chiamate.

Uso quotidiano

Le nuove Jabra Elite 45h sono dotate degli avanzati altoparlanti da 40 mm, i più grandi per questa categoria di cuffie, offrendo una qualità dell’audio davvero straordinario, con alti limpidi e bassi avvolgenti. Anche se il volume complessivo non è altissimo. La cuffie tendono a comportarsi egregiamente anche in fase di chiamata permettendo all’utente di effettuare e ricevere chiamate con una qualità assolutamente degna di nota. L’esperienza d’uso viene notevolmente amplificata dall’eccezionale comodità delle cuffie, grazie alla presenza dei cuscinetti in memory morbidi e modellabili, e al loro design compatto e leggero, dal peso complessivo di soli 160g.

Le Jabra Elite 45h presentano un ottima imbottitura in prossimità dell’archetto, che non provoca alcun tipo di fastidio, e delle asticelle in alluminio anodizzato regolabili, permettendo alle cuffie di adattarsi alla perfezione ad ogni circostanza. Inoltre, i padiglioni auricolari possono essere piegati all’occorrenza, offrendo la massima flessibilità possibile. Inoltre, mediante l’apposito tasto fisico è possibile richiamare in qualsiasi istante il proprio assistente virtuale.

Jabra Elite 45h - Recensione delle cuffie wireless dall'autonomia esagerata 2

Nonostante le Jabra Elite 45h risultino essere particolarmente compatte e leggere, i cuscinetti in memory non provocano alcun tipo fastidio alle orecchie, anche con questo caldo torrido tipico del mese di luglio. Peccato che in generale le cuffie risultano poco stabili sulla testa, al minimo movimento tendono a scivolare.

Connettività

Le Jabra Elite 45h dispongono della connettività Bluetooth 5.0, permettendo la connessione simultanea tra due dispositivi. Durante il mio test non ho mai avuto alcun problema nell’accoppiare le cuffie allo smartphone e al PC contemporaneamente. L’abbinamento tra i vari dispositivi provati è stata fulminea, senza aver riscontrato alcun problema.

Inoltre, come tutti i dispositivi Jabra, anche le Elite 45h supportano l’applicazione per smartphone “Jabra Sound+“(disponibile sia per dispositivi Android che iOS), che permette di personalizzare, e adattare secondo le proprie esigenze, la propria esperienza musicale. Purtroppo le cuffie possono essere utilizzare solo in modalità wireless, dato che non presentano alcun ingresso per il jack da 3.5 mm.

Jabra Elite 45h - Recensione delle cuffie wireless dall'autonomia esagerata 3

Autonomia

Altro aspetto assolutamente degno di nota è l’eccellente autonomia delle Jabra Elite 45h. Secondo quanto riportato sul sito del noto brand americano, le cuffie wireless garantiscono fino ad un massimo di 50 ore di utilizzo con un unico ciclo di ricarica. Non dovrete più preoccuparvi di tenere perennemente sotto controllo la carica residua della cuffie.

Ma non è tutto, dato che oltre ad un’autonomia quasi infinita, le Jabra Elite 45h dispongono della ricarica rapida, che con soli 15 minuti di ricarica permette di prolungare l’autonomia delle cuffie di ben 10 ore.

Colorazioni disponibili e prezzo

Le Jabra Elite 45h sono disponibili in quattro diverse colorazioni: Oro beige, Nero/Rame, Nero/Titanio, Nero e Blu al prezzo di 99,99€ sul sito ufficiale, anche se spesso è possibile trovarle su Amazon al prezzo scontato di 79,99€.

Specifiche tecniche

  • Audio
    • Cancellazione passiva del rumore: Sì
    • Riduzione del rumore sul segnale vocale in uscita: Sì, tecnologia di chiamata a due microfoni
    • Protezione dal rumore del vento: Sì
    • MySound, musica su misura per il tuo udito: Sì
    • Dimensione dell’altoparlante: ø 40 mm
    • Ampiezza di banda dell’altoparlante in modalità Musica: da 20 Hz a 20 kHz
    • Ampiezza di banda dell’altoparlante in modalità Voce: da 100 Hz a 8000 Hz
    • Numero di microfoni: Due MEMS
  • Vestibilità e comfort
    • Fattore di forma: Cuffie sull’orecchio
    • Materiale di superficie dei cuscinetti auricolari: Similpelle
    • Materiale dell’imbottitura dei cuscinetti auricolari: Gommapiuma memory
  • Batteria
    • Musica e tempo di conversazione: Fino a 50 ore
    • Ricarica rapida: Fino a 10 ore con una ricarica delle cuffie di quindici minuti
    • Modalità di standby: Sì
    • Tempo di standby: >1 anno (spegnimento automatico dopo 24 ore)
    • Tempo di ricarica: Un’ora e trenta minuti (con caricatore USB a parete apposito da 500 mA)
    • Presa di ricarica: USB-C
  • Connettività
    • Conformità Bluetooth: Bluetooth 5.0
    • Profili Bluetooth supportati: HSP v1.2, HFP v1.7, A2DP v1.3, AVRCP v1.6, PBAP v1.1, SPP v1.2
    • Portata operativa: Fino a 10 m
    • Dispositivi accoppiati: Fino a otto
    • Connessioni multiple: È possibile connettere due dispositivi contemporaneamente
  • Informazioni generali
    • Peso (cuffie): 160 g
    • Temperatura operativa: da -10 °C a 55 °C
    • Materiali utilizzati (esterno): Similpelle (PU), PC/ABS, PA Grilamid, ABS, alluminio anodizzato, gomma in silicone con olio antiaderente
    • Lunghezza del cavo USB-C: 300 mm
    • Certificazioni: Bluetooth 5.0, CE, FCC, ISED, EAC, RCM, RoHS, Proposition 65 e REACH
    • Garanzia: Garanzia di due anni contro acqua e polvere
Jabra Elite 45h
Jabra Elite 45h – Recensione delle cuffie wireless dall’autonomia esagerata
In Conclusione
Ci troviamo di fronte ad un ottimo prodotto, caratterizzata da un ottimo design (compatto, leggero ed estremamente comodo), una qualità dell'audio sopra le righe ed una durata della batteria davvero "infinita". Peccato che le Jabra Elite 45h non presentino alcun jack da 3.5mm, limitandosi all'accoppiamento tra dispositivi sfruttando l'affidabile Bluetooth 5.0. Si tratta (senza troppi giri di parole) di un best buy, che permette di associare una qualità complessiva straordinaria ad un prezzo ridotto. Difficile trovare di meglio a meno di 99,99€.
Design
8
Audio
8.4
Connettività
7.5
Comodità
8.5
Uso Generale
9
Autonomia
10
Rapporto Qualità-Prezzo
8.5
Punteggio dei lettori0 Votes
0
Pro
Durata della batteria esagerata
Ottima qualità dell'audio
Bluetooth 5.0
Compatte e leggere
Contro
Mancanza del jack da 3.5 mm
Poco stabili sulla testa
8.6
Bestseller No. 1
PlayStation Plus Abbonamento 12 Mesi | Codice download per PSN - Account italiano
  • PlayStation Plus propone una ricchissima selezione di versioni digitali (valide esclusivamente per il download) di titoli in...

Scopri di più
Jabra Elite 45h - Recensione delle cuffie wireless dall'autonomia esagerata 23
Maneater – Recensione di un gioco poco convenzionale