Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Anne Hathaway: come Interstellar le ha dato una seconda vita 

Anne Hathaway

Almeno in Italia, maggio 2024 sarà il mese di Anne Hathaway. L'attrice statunitense sarà protagonista in ben tre film in uscita in queste settimane.

A partire da The Idea of You, la commedia romantica già disponibile su Amazon Prime Video. Dal 9 maggio è al cinema Mothers' Instinct con Jessica Chastain, mentre il 30 maggio arriva in sala Eileen.

Un calendario fitto di impegni che dimostra come oggigiorno non sia difficile per Anne Hathaway trovare ruoli per il grande schermo. Ma non sempre è stato così.

Anne Hathaway e il caso "Hathahate"

Per capire come Interstellar abbia salvato la carriera di Anne Hathaway bisogna fare un passo indietro di oltre un decennio. Dopo una rapida ascesa iniziata con The Princess Diaries nel 2001, l'attrice ha continuato ad alternare ruoli in film di successo, come Brokeback Mountain e Il diavolo veste Prada, ad altri come Bride Wars - La mia migliore nemica o Agente Smart - Casino totale (Get Smart).

Una serie di scelte anticonvenzionali per un'attrice che aveva di fatto acquisito lo status da star. A questo si aggiunge l'atteggiamento solare della Hathaway, la sua perfetta cura dell'immagine e la sua bravura. Una serie di fattori che, all'inizio degli anni 2010 (ma a pensarci bene anche oggi) è sufficiente ad attrarre a sé l'odio inspiegabile degli utenti sui social media e non solo.

Siamo nel 2013: Anne Hathaway vince il premio Oscar alla miglior attrice non protagonista per Les Misérables. L'apice della carriera per ogni star di Hollywood diventa paradossalmente il punto più basso per la Hathaway. Come sempre il successo, per una donna così perfetta e di talento, finisce per scatenare la cattiveria della gente. L'attrice si ritrova al centro del cosiddetto "Hathahate", l'ondata di hater che ha preso di mira la Hathaway online, tanto da mettere a rischio la sua immagine e la sua carriera.

Negli ultimi mesi, Anne Hathaway ha rivelato che molti produttori erano talmente spaventati dalla tossicità riscontrabile sui social nei suoi confronti da non volere l'attrice nei rispettivi film. Dopo diversi mesi di pausa dalle scene, solo un regista ha fortemente voluto la Hathaway: Christopher Nolan, con cui aveva già collaborato per Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno. Queste le parole dell'attrice:

"Molte persone non mi davano ruoli perchè erano spaventati da quanto fosse diventata tossica la mia immagine online. Ho avuto un angelo in Christopher Nolan, che non si è interessato a questo e mi ha dato uno dei miei ruoli più belli in uno dei migliori film a cui ho preso parte. Non so se sapeva quanto mi stesse supportando a quei tempi, ma ha avuto questo effetto. E la mia carriera non ha perso lo slancio come sarebbe potuto succedere se non mi avesse sostenuto".

Tutto è bene quel che finisce bene. E potrete rivedere al cinema proprio Interstellar nei prossimi mesi, visto che il film tornerà in sala per il decimo anniversario della sua uscita (qui potete scoprire dove e quando vederlo).