House of the Dragon 2×03, Recensione: vecchi ritorni e nuovi personaggi

La terza puntata di House of the Dragon 2 vede nuovi personaggi, ma anche il cameo di un’attrice molto amata dai fan.

house of the dragon 2

Da ormai tre settimane, il lunedì ha un sapore diverso grazie ai nuovi episodi della seconda stagione di House of the Dragon che ci accompagneranno fino al 5 agosto. Molti fan sono rimasti un po’ delusi perché si aspettavano che il terzo episodio sancisse l’inizio definitivo della guerra civile dei Targaryen, invece, si dovrà aspettare l’episodio 4, intitolato appunto “La Danza dei Draghi” e noi non vediamo l’ora.

Nonostante non siamo ancora entrati nel vivo del combattimento, la terza punta ci ha riservato diversi colpi di scena. Innanzitutto ha introdotto diversi personaggi nuovi come il figlio di Otto Hightower o il fratello bastardo di Daemon. Oltre ai nuovi personaggi ci sono stati anche vecchi ritorni con un cameo che i fan della prima stagione hanno sicuramente apprezzato. Ma andiamo con ordine e vediamo insieme cosa è accaduto nel terzo episodio di House of the Dragon 2.

House of the Dragon
7.5

House of the Dragon 2x03

Anche questa puntata mantiene il livello delle precedenti, ma ormai siamo stanchi di continuare a vedere i pezzi della scacchiera che si muovono sul tavolo da gioco e vorremmo soltanto entrare nel vivo del combattimento. Ci sono nuovi personaggi, un cameo di un’attrice amata dai fan e fantastiche sequenze di Daemon nella fortezza maledetta di Harrenhal.

House of the Dragon: dove eravamo rimasti?

Il secondo episodio di House of the Dragon (qui la nostra recensione) si era concluso con due colpi di scena: Otto Hightower era stato sostituito da Ser Criston Cole come Primo Cavaliere del Re e Rhaenyra era stata quasi uccisa da un colpo di stato programmato dai Verdi. La terza puntata inizia con uno scontro tra due famiglie: Bracken e Blackwood. Le due fazioni rappresentano la rivalità tra i Neri e i Verdi e il loro confronto si conclude con la Battaglia del Mulino Incendiato che vede la distruzione di entrambi gli alleati.

Nel frattempo Ser Criston Cole parte per Harrenhal con il fratello di Alicent, Gwayne Hightower (nuovo personaggio introdotto). Invece a Roccia del Drago a Rhaena viene affidato da Rhaenyra il compito di partire con il figli della Regina per portarli al sicuro insieme a delle nuove uova di Drago. Insomma i pezzi sulla scacchiera continuano a muoversi ma noi vorremmo fare a meno di vedere le questioni più “burocratiche”, le strategie e le mediazioni, vorremmo solo vedere tutti i personaggi in azione.

House of the Dragon

Cosa succede a Daemon?

Oltre al fratello di Alicent e al fratello bastardo di Daemon e Viserys, viene introdotta una nuova dama Rossa. La parte più entusiasmante e d’effetto della puntata riguarda il personaggio interpretato da Matt Smith che conquista in maniera pacifica Harrenhal. Il suo obiettivo è quello di arrivare ad Approdo del Re e rivendicare con i Neri il Trono di Spade.

In questo scenario desolato, tra le rovine di una fortezza distrutta sotto il cielo buio di una notte tempestosa, Daemon è vittima di alcune allucinazioni che ci regalano il cameo di Rhaenyra da giovane (Milly Alcock che avevamo visto nei primi episodi della prima stagione). Mentre la ragazza cuce la testa di Jaehaerys, Daemon si ritrova improvvisamente fuori dal castello davanti ad Alys Rivers che gli predice il suo futuro.

House of the Dragon

Il finale di puntata (assente nel libro)

House of the Dragon si conclude con Rhaenyra che arriva ad Approdo del Re per trovare un dialogo pacifico con Alicent ed evitare la guerra. Da questo confronto Rhaenyra capisce che Alicent ha interpretato male le ultime parole di Viserys che in punto di morte ha parlato della Profezia della Canzone del Sangue e del Fuoco riferendosi a Aegon Il Conquistatore. Ormai però è troppo tardi e anche se l’equivoco viene chiarito, è impossibile evitare la guerra. Che La Danza dei Draghi abbia inizio.