Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Festival di Cannes 2023: ecco tutti i vincitori!

festival di cannes

A partire dalla regista Justine Triet, che vince la Palma d'oro con il suo Anatomie d'une chute, sono tanti i premi consegnati poche ore fa al Festival di Cannes 2023. Per l'Italia, purtroppo, nessun riconoscimento.

La cerimonia di premiazione che si è da poco conclusa, si è impegnata a portare sul palco e tra le vie del Festival diversi argomenti di non poca importanza, come quello sulla parità di genere, ma non solo. Per citare la vincitrice della Palma d'oro, Justice Triet ha dichiarato:

Questo è il film più intimo che abbia mai scritto, non pensavo di poter ricevere nessun premio, ma sarei passata ad altro rapidamente. Invece, lo dedico ai giovani registi e a tutti quelli che non riescono a girare un film, è giusto che facciamo spazio a loro!

Justine Triet

Il film francese è un thriller incentrato sulla scomparsa di un capofamiglia in un punto sperduto in montagna. Justine Triet ha ricevuto il premio più prestigioso da parte di Jane Fonda, la quale ha affermato che questa è la sua seconda volta a Cannes:

La mia prima volta a Cannes è stata nel 1963. Ai tempi, non c'erano donne registe e nessuno pensava che questo, fosse sbagliato. oggi invece, in competizione ce ne sono sette, ciò è storico, ma un giorno sarà normale.

Jane Fonda

The zone of interest, uno dei film più amati dalla critica, ha vinto il titolo di Miglior film. il regista, Jonathan Glazer, ha adattato liberamente il romanzo di Martin Amis, raccontando l'orrore del campo di concentramento senza mai mostrarlo, con la prospettiva di una famiglia tedesca che vive vicino Auschwitz. Il treno, le urla, i guaiti dei cani, ogni singolo dettaglio sembra lontano e sbiadito. Eppure, lo spettatore lo vive sulla pelle come uno schiaffo profondo. A consegnargli il premio è Quentin Tarantino che, con il suo solito modo di fare, accanto a Roger Corman dice:

Non ho mai capito il senso della definizione Guilty Pleasure, per me il piacere è piacere.

Quentin Tarantino

Tra i vari presentatori, spicca la bellezza hollywoodiana di Orlando Bloom insieme alla protagonista di Holy Spider, la quale è stata vincitrice come Miglior attrice della scorsa edizione, l'iraniana Zahra Amir Ebrahimi. A trionfare invece quest'anno come sua erede è l'attrice turca Merve Dizdar con il film Kuru Otlar Ustune. Film che tratta il tema delle molestie sessuali di Nuri Bilge Ceylan, la quale ha fatto da eco alle parole della collega:

Il mio personaggio combatte per la vita e in prima persona, so bene cosa significa. Essere donna in certi paesi, è pesante. Questo premio lo dedico a tutte le donne che lottano per esistere in questo mondo.

Merve Dizdar

Moltissimi poi sono stati i progetti asiatici che sono stati apprezzati e premiati in questa 76esima edizione del Festival di Cannes. Purtroppo invece per l'Italia, rappresentata da ben 3 registi (Marco Bellocchio, Nanni Moretti e Alice Rohrwacher), non abbiamo ricevuto nessun riconoscimento, nonostante le pellicole siano state molto apprezzate in sala.

Justine Triet, Cannes

Ecco la lista di tutti i vincitori del Festival di Cannes 2023

Palma D'oro: Anatomie d'une chute di Justine Triet

Camera D'or: L'albero delle farfalle d'oro di Thien An Pham

Miglior Attrice: Merve Dizdar, Kuru Otlar Ustune di Nuro Bilge Ceylan

Miglior Sceneggiatura: Sakamoto Yuji, Monster di Kore-Eda Hirokazu

Miglior Attore: vinto dal giapponese Koji Yakusho, Perfect Days di Wim Wenders

Premio della giuria: Kuolleet Lehdet, Le foglie morte di Aki Kaurismaki

Miglior Regia: Tran Anh Hung, La passion de Dodin Bouffant

Grand prix: The Zone of Interest di Jonathan Glazer