Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Overwatch 2: rimossa una game-mode inappropriata

overwatch 2

A seguito delle scandalose vicende che sembrano ancora infestare quel di Activision-Blizzard, gli autori di Overwatch 2 avrebbero rimosso una game-mode legata alle accuse di molestie perpetuate nei confronti delle loro dipendenti.

La mode in questione ha il titolo di "sexual harassment simulator". Questa avrebbe portato i giocatori ad utilizzare Cassidy ( originariamente chiamato McCree) per sconfiggere le sue avversarie ed assalire queste ultime. La game mode non sarebbe solo fuori luogo dati gli accaduti in sede Activision, ma sarebbe a ben vedere offensiva nei confronti di chiunque abbia subito tali attacchi e violenze. Una mode molto simile era già stata introdotta e successivamente rimossa ad ottobre.

Overwatch 2

Ciò che rende l'accaduto ancora più osceno è il fatto che la mode avrebbe forzato il giocatore nell'utilizzare Cassidy. Il nome originale di Cassidy era originariamente un riferimento a Jesse McCree, il quale ha lavorato a Diablo III ed è stato il lead designer di Diablo IV prima di essere licenziato. McCree è stato accusato di molteplici episodi di abuso, nonché di aver fatto parte del gruppo che ha posato la nota foto nella "Cosby Suite" , stanza d'albergo che a quanto pare era collegata ai molteplici episodi di abuso.

Già ad ottobre, a seguito della cancellazione di una game mode simile, Activision Blizzard ha commentato l'accaduto con il seguente messaggio.

Contenuti inappropriati o espliciti non hanno assolutamente posto un Overwatch 2. Abbiamo immediatamente rimosso la modalità di gioco creata dall'utente una volta informati della sua esistenza. Lavoriamo continuamente per migliorare i filtri automatici per prevenire contenuti inappropriati creati dall'utente e rimuovendo manualmente quelli che non sono catturati dal sistema.

Activision Blizzard

Resta da capire come, a distanza di mesi, il team di sviluppo stia realmente lavorando sui filtri di Overwatch 2 per far sì che eventi così spiacevoli non vengano ripetuti.