Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Recensione

The Mother, Recensione – Il film di cui non avevamo bisogno

Jennifer Lopez è una madre pronta a tutto per salvare la propria figlia nel nuovo film Netflix, The Mother. Ecco la nostra recensione.

the mother

The Mother è la nuova pellicola Netflix che ha debuttato sulla piattaforma lo scorso 12 maggio. Per la festa della mamma, infatti, la grande N non si è fatta sfuggire l’occasione di celebrare questa ricorrenza proponendo, con un titolo più che appropriato, il nuovo action movie / thriller con protagonista la pop star (e spesso e volentieri attrice) Jennifer Lopez. La cantante portoricana che nel 2020 aveva ricevuto una candidatura ai Golden Globe come miglior attrice non protagonista per Le ragazze di Wall Street, negli ultimi anni era ritornata alle commedie romantiche con Marry me e Un matrimonio esplosivo.

Questa volta J.Lo riprende in mano le armi e con una serie di acrobazie che esaltano la sua impeccabile forma fisica, veste i panni di una spietata assassina pronta a tutto pur di salvare la propria bambina. Alla regia Niki Caro, che oltre a La ragazza delle balene (2002), recentemente aveva diretto il live action di Mulan (2020), dimostrandosi sempre favorevole alla narrazione di storie con donne forti come protagoniste.

E dunque in una società da sempre vittima dello star system, basta vedere il volto di Jennifer Lopez sulla locandina del film per schiacciare “riproduci” e far slittare The Mother al numero 1 dei film più visti su Netflix. Ma questo primato è meritato? Scopriamolo insieme.

the mother

The Mother: una madre spietata e apprensiva

The Mother” (Jennifer Lopez), il cui nome non verrà mai rivelato, è una killer addestrata in esercito. All’inizio della pellicola, essendo incinta, chiede aiuto all’FBI e all’agente William Cruise. Purtroppo però alle sue calcagna c’è Adrien (Joseph Fiennes), un suo ex in amore e in affari, che trovata la donna la accoltella alla pancia, rivelando che la protagonista aspetta appunto una bambina.

Costretta a partorire, appena dà alla luce sua figlia la deve però abbandonare ai federali per non metterla in pericolo. Con l’agente Cruise sancisce una sorta di patto: William si occuperà della bambina, cercandole una madre adottiva ed inviando, a ogni compleanno, una foto della figlia alla mamma naturale.

Nel frattempo, la protagonista è obbligata ad allontanarsi e a trasferirsi in Alaska. Con un salto temporale di 12 anni, veniamo a sapere che la figlia Zoe (Lucy Paez) sta per essere rapita dal Tarantula e quindi la madre cerca invano di raggiungerla in tempo. Da lì inizierà a cercare, non senza affrontare vari nemici, di liberare la figlia tenuta in ostaggio.

the mother

Thriller, action o revenge movie?

The Mother è una commistione di generi: alla base vi è sicuramente il thriller, ma le tante scene di violenza lo fanno sfociare nell’action movie; il plot principale, con questa soldatessa, cecchino e assassina che vuole salvare la figlia, fa avvicinare molto la pellicola agli schemi del revenge movie. Abbiamo, dunque, un po’ di tutto che causa una sorta di “effetto minestrone”.

Jennifer Lopez può salvare da sola la pellicola?

La sceneggiatura rimane l’anello più debole dal momento che nessun personaggio è approfondito, anche i nemici sono semplici burattini nelle mani della protagonista che non si sforzano neppure di primeggiare, rimanendo costantemente appannati dalla madre. Jennifer Lopez è al centro della storia sotto tutti i punti di vista dal momento che è lei a tenere le redini di The Mother

Tutto gira attorno alla protagonista, unico personaggio con cui riusciamo ad empatizzare. Il problema di fondo è che ciò che prevale è la sua fisicità. La protagonista offre dimostrazioni acrobatiche, lotta contro gli avversari a ritmo di calci e pugni, mantenendo lo charme che la contraddistingue. A tutte queste doti fisiche faticano però a corrispondere grandi capacità interpretative, indispensabili dal momento che l’intero film poggia su di lei.

the mother

Gli stenti e le difficoltà dello script emergono anche nel rapporto madre-figlia, che vorrebbe essere espresso anche per mezzo della metafora del lupo e dei suoi cuccioli, ma che subito lascia il posto a sequenze di violenza cruda talvolta ingiustificata e fine a sé stessa.

Sicuramente è apprezzabile la fotografia dai toni più cupi per raffigurare il freddo della montagna, alternata ai toni caldi per la missione a Cuba. Il montaggio fa inoltre la sua parte per tutte le sequenze di azione. Queste note positive non bastano per farci apprezzare The Mother che, anziché lasciarci a bocca aperta, ci lascia a bocca asciutta.

5

The Mother

The Mother è la nuova pellicola con protagonista Jennifer Lopez che ci regala una serie di performance acrobatiche non sufficienti a salvare il film. La sceneggiatura è l'anello debole, con personaggi poco approfonditi e scene di violenza fine a sé stesse. La fotografia e il montaggio sono meritevoli, ma possiamo dire che tutto il film poggia sulla protagonista. Nel complesso mancano emozione e pathòs, che avrebbero dovuto caratterizzare il rapporto madre-figlia.

Dove vederlo: