Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Fast & Furious: i 3 migliori film della saga

fast & furious

Era il lontano 2001 quando Fast & Furious faceva il suo esordio sul grande schermo. Ad oltre 20 anni di distanza, con 10 film all'attivo tra i primi nove capitoli della saga principale e lo spin-off Hobbs & Shaw, è arrivato in sala Fast X (qui la nostra recensione).

In vista dell'uscita del primo capito della trilogia conclusiva della saga, ripercorriamo la storia della ventennale saga cinematografica, analizzando i tre film migliori del franchise di Fast & Furious.

Fast and Furious

Il primo film della saga, quello che ha dato il via ad una corsa in grado di coinvolgere gli appassionati di tutto il mondo, ma allo stesso tempo il più semplice.

Fast and Furious è il Point Break della strada, un film che si concentra principalmente sul mondo delle corse clandestine, introducendo per la prima volta i protagonisti interpretati da Vin Diesel e Paul Walker, che nel giro di poco tempo si sarebbero trasformati nelle star indiscusse dell'intero franchise.

Questo capitolo iniziale racconta il primo incontro tra Dom e l'agente sotto copertura portato in scena dal compianto Paul Walker. Indagando su una serie di furti, Brian O'Conner si infiltra nelle corse illegali organizzate da Toretto, portando alla nascita dell'amicizia tra i due.

Il merito di Fast and Furious risiede nell'aver raccontato una storia non perfetta ma che ha rappresentato una grande novità per il periodo in cui è stato rilasciato. Un successo assoluto in termini economici, con un incasso di oltre 200 milioni di dollari a fronte di un budget di 38 milioni. Numeri senza i quali, con ogni probabilità, non sarebbe stato il capostipite di una saga così longeva.

fast & furious

Fast Five

Il quinto capitolo è senza dubbio il più importante dell'intera saga. Fast Five è stato il primo passo verso l'evoluzione del franchise, il primo segno tangibile di un graduale allontanamento dalle caratteristiche dei film che avevano dato il via alla saga per fare spazio a quelle di un heist movie.

Pur non essendo un capolavoro nel suo genere, Fast 5 è un buon film d'azione che a volte riesce a risultare anche credibile, oltre che divertente. Un prodotto totalmente diverso da quelli che l'avevano preceduto, ma che sfrutta appieno l'elevato budget a disposizione per fare qualcosa di nuovo.

Gli spettacolari inseguimenti in auto ed una storia abbastanza godibile fanno da contorno alla nascita della "famiglia". Per la prima volta infatti, Dom e Brian radunano la squadra che sarebbe poi diventata il nucleo di protagonisti dei film successivi.

Fast Five ha incassato ben 626 milioni di dollari al botteghino, avvicinando alla saga innumerevoli spettatori e accontentando al tempo stesso i fan di lunga data. Un film fondamentale in tutti i sensi, anche a livello narrativo, perché è proprio dagli eventi di Rio che prende il via Fast X.

Immagine d'informazione

Fast & Furious 7

Parlando di incassi al box office, nessun capitolo ha mai sfiorato i numeri impressionanti di Fast & Furious 7: con un miliardo e mezzo di dollari si tratta dell'undicesimo film col maggiore incasso di sempre nella storia del cinema.

Fast & Furious 7 chiede allo spettatore di spegnere totalmente il cervello, tra auto che si tuffano dagli aerei e folli voli tra i grattacieli di Dubai. Nonostante ciò, per gli spettatori che sono arrivati fino a questo punto (e cioè hanno apprezzato gli altri capitoli della saga), Fast & Furious 7 è tra i migliori, se non il migliore, prodotto del franchise.

Di certo non un film che si riesce a prendere sul serio, ma le sequenze d'azione spettacolari ed il villain interpretato da Jason Statham lo rendono un ottimo prodotto di intrattenimento. Infine va sottolineato come Fast & Furious 7 sia anche carico di emozioni, nel finale, per quella che è stata l'ultima apparizione di Paul Walker, scomparso prematuramente proprio durante le riprese della pellicola.

Fast & Furious 7 è sostanzialmente il film che Fast X avrebbe voluto essere, perché per quanto fuori da ogni logica riesce a catturare l'attenzione dello spettatore senza mai annoiare.