Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Lies of P: trailer conferma l’uscita per agosto 2023

Lies of P

Dopo una lunga attesa, tramite un trailer, veniamo a conoscenza della data di uscita di Lies of P. Il nuovo filmato (pubblicato 19 febbraio) ha confermato finalmente la finestra di lancio del titolo prodotto da Neowiz. Lies of P dovrebbe uscire ad agosto 2023 su consoles Sony ( PS4 e PS5), Microsoft (Xbox Series e Xbox One) e per PC tramite la piattaforma Steam. Probabile la sua uscita anche su Xbox Game Pass.

Lies of P: panoramica del gioco

Vestendo i panni di Pinocchio, ci sveglieremo in una stazione ferroviaria abbandonata, luogo pieno di follie e personaggi assetati di sangue. Davanti a noi una scritta reciterà: “Trova il signor Geppetto. È qui in città.»

Nel corso della sua avventura Pinocchio dovrà lottare per la sua sopravvivenza usando una serie di armi e di braccia meccaniche intercambiabili, ciascuna dotata di abilità speciali. Il tutto con una pesante condizione: bisognerà sempre mentire per avere delle possibilità di passare da burattino ad essere umano. Sarà bene non esagerare però, in quanto questo comporterà il rischio di crearsi ulteriori nemici. Ogni scelta porterà a un'evoluzione diversa della storia, determinandone il finale.

Il gioco darà la possibilità al giocatore di cambiare le parti del corpo del burattino, dotando quest'ultimo di abilità sempre diverse. Non è da escludere che le braccia meccaniche a nostra disposizione abbiano altre applicazioni , potendole utilizzare anche per finalità ulteriori quali l'esplorazione delle mappe di gioco.

Lies of P trova come ambientazione Krat, una città ispirata alla Belle Epoque europea (dalla fine del XIX secolo all'inizio del XX secolo), degradata e abitata da spaventosi pupazzi e anime tormentate. Questi nemici, nascosti tra le rovine, tenteranno di intralciare la strada di Pinocchio.

Lies of P

Il trailer rivela gran parte dei personaggi che si potranno vedere nel gioco, tra i quali Geppetto e un compagno che potrebbe essere il Grillo Parlante, nonché quella che sembrerebbe essere una particolare reinterpretazione della Fata Turchina.

Vedremo quanto Lies of P si discosterà dalla storia originale di Collodi, in questo nuovo e macabro racconto.