Logo BackgroundDecorative Background Logo.

No Rest for the Wicked, Recensione: un ottimo titolo ancora acerbo

Prima di parlare di No Rest for the Wicked devo fare una premessa. Il titolo è uscito in accesso anticipato, non mi soffermerò troppo su alcuni problemi tecnici non invalidanti. C’è poi da fare un grande plauso a Moon Studios che in meno di due settimane stanno rilasciando aggiornamenti quasi giornalieri, migliorando anche alcuni aspetti […]

No Rest for the Wicked

Prima di parlare di No Rest for the Wicked devo fare una premessa. Il titolo è uscito in accesso anticipato, non mi soffermerò troppo su alcuni problemi tecnici non invalidanti. C'è poi da fare un grande plauso a Moon Studios che in meno di due settimane stanno rilasciando aggiornamenti quasi giornalieri, migliorando anche alcuni aspetti critici. Premessa fatta, possiamo iniziare.

Combattimenti No Rest for the Wicked

No Rest for the Wicked è il nuovo gioco action RPG con visuale dall'alto. Mostrato al pubblico per la prima volta durante i The Game Awards 2023, ha subito incuriosito tutti. Negli anni Moon Studios ha mostrato le sue enormi qualità grazie alla serie di Ori, questo gioco è però completamente diverso dai lavori precedenti. Non vi nego quindi che anche io nutrivo forte curiosità per il titolo, ma qualche dubbio rimaneva.

Sei pronto a salvare il regno?

Trama No Rest for the Wicked

"Anno 841, re Harol è morto. Mentre la notizia della sua morte riecheggia in tutto il regno, la corona passa al figlio Magnus, un ragazzino presuntuoso che deve ancora dimostrare il suo valore.
Ad aggravare la situazione c'è il ritorno della Pestilenza, un'empia piaga che non si vedeva da mille anni e che si diffonde in ogni angolo della terra, corrompendo ogni cosa e individuo che tocca. La Madrigale Seline, una figura spietatamente ambiziosa all'interno della Chiesa, vede nella Pestilenza un'occasione per mettersi alla prova agli occhi del suo dio.

Queste forze convergono sulla remota isola di Sacra, dove gruppi di ribelli e il governo provinciale combattono per il controllo tra le rovine fatiscenti dell'isola.
Tu fai parte dei Cerim, un gruppo a cui appartengono mistici guerrieri sacri dotati di poteri straordinari che hanno giurato di sconfiggere la Pestilenza ad ogni costo. Tuttavia, il compito si rivelerà sempre più arduo, man mano che toccherai con mano le sofferenze della gente e le numerose lotte politiche di questa terra oppressa. Il caos ti trascinerà nelle direzioni più disparate mentre cercherai di liberare la terra dalla malvagità e dare nuova speranza al regno."

All'inizio di No Rest for the Wicked, dopo aver creato il vostro personaggio, vi ritroverete all'interno di una nave, che farà anche da tutorial. Il tutorial termina con il naufragio della nave. Vi ritroverete quindi su una spiaggia senza equipaggiamento, con l'obiettivo di raggiungere la città di sacramento. Da qui parte il gioco vero e proprio.

Questa è la trama di No Rest for the Wicked. Personalmente la trovo si interessante ma comunque niente di così eclatante. Durante le mie ore di gioco non mi sono mai sentito particolarmente attratto dalla narrativa, ma ero trasportato nel gioco grazie al suo gameplay e al suo design unico.

L'attenzione non è mai abbastanza

Il gameplay di No Rest for the Wicked è probabilmente l'enorme punto positivo che contraddistingue il gioco. Gli sviluppatori sono riusciti a creare un mix di vari giochi amati dal pubblico senza risultare banali e soprattutto senza dare mai l'impressione di aver copiato altri titoli.

Inventario No Rest for the Wicked
Statistiche No Rest for the Wicked

L'ispirazione maggiore che ha avuto indubbiamente il titolo sono i vari giochi di FromSoftware. Dall'inventario al sistema di upgrade delle statistiche. Dal sistema di combattimento fino all'idea dietro il level design. Per essere chiari non ci troviamo però davanti ad un titolo Souls Like che si ispira al 100% alle opere originali, ma ad un titolo completamente nuovo e diverso da ogni altro gioco che prende queste meccaniche e le modella nel proprio mondo.

Per fare un esempio, il gameplay non è così distante, basandosi molto su colpo leggero, pesante, parry, schivata o roll. I colpi non si sferreranno però con grilletto e dorsale ma con un unico tasto (x o quadrato) tramite singola pressione e pressione prolungata. Inoltre, avrete un vigore da dosare tra colpi e schivate.

Altro dettaglio incredibile che Moon Studios ha portato in No Rest for the Wicked è il level design. Qualsiasi cosa vedrete nella mappa sarà raggiungibile. Lo stesso posta avrà molteplici modi per raggiungerlo e varie scorciatoie da attivare per la vostra prossima visita. La mappa è poi piena di misteri da scoprire che vanno da personaggi con quest da completare a bauli con bottini di grande valore fino a nemici molto potenti da sconfiggere.

Level Design No Rest for the Wicked

Altro dettaglio da tenere conto è il livello di difficoltà piuttosto elevato. In genere No Rest for the Wicked è un titolo in cui non potrete abbassare mai la guardia, anche poche schivate con il tempismo sbagliato possono costarvi caro. Una volta apprese però le meccaniche basterà raggiungere un luogo di poco under livellati per essere uccisi anche da un solo colpo. Armatevi quindi pazienza e voglia di sfida, perché saranno essenziali per completare il titolo.

Presenti poi alcune meccaniche survival, anche se niente di complicato. Durante il vostro viaggio potrete portare con voi strumenti come pale, picconi, asce e molto altro per eseguire delle azioni in dei punti specifici. Queste azioni vi daranno degli oggetti più o meno interessanti. In più potrete cucinare del cibo ad ogni falò così da poter ripristinare la vostra vita molto più facilmente

Immergiti nell'incredibile isola di Sacra

Il mondo di No Rest for the Wicked è stilisticamente qualcosa di incredibile. Graficamente non è invece di livello altissimo. Non mi spiego quindi il peso così elevato del titolo. C'è da dire che essendo in early access c'è ancora tempo per essere ottimizzato, però attualmente è inspiegabilmente pesante anche su PC che dovrebbero reggerlo senza problemi. Oltre ad avere stuttering frequenti e parti del mondo caricate in ritardo.

Open World No Rest for the Wicked

Per essere chiari la mia non è una critica al gioco definendo la grafica di livello non alto, anzi penso sia perfetta per lo stile voluto dagli sviluppatori. La mia critica va al peso del titolo nonostante questa grafica ed una fisica del mondo non così sofisticate.

Le impostazioni sono poi davvero scarne. Prestano quattro sole impostazioni. Impostazioni qualità, in cui scegliere quattro preset che vanno da prestazioni fino a qualità migliore. Scala di rendering, nitidezza e motion blur tutti e tre tramite uno slider e che non modificano il livello di dettagli del gioco. Proprio per la difficoltà nel far girare il titolo sarebbe stato apprezzabile poter modificare molti più dettagli, come di norma avviene in tutti i giochi PC.

Misteri No Rest for the Wicked

Ultimo dettaglio definibile tecnico è la localizzazione in italiano. In No Rest for the Wicked presente ma non è ancora completa. Durante il gioco saranno presenti sporadiche scritte in inglese, per fortuna non abbiamo trovato alcun dialogo non localizzato. C'è però anche da dire che alcune di queste sono state corrette durante i giorni in cui ho potuto provare il gioco, ho quindi fiducia che nel giro di poco vengano corrette tutte

No Rest for the Wicked quando esce? 

Il titolo è giocabile fin da subito in accesso anticipato su Steam dal 18 aprile, mentre manca ancora una data ufficiale per Playstation e Xbox. È possibile giocare a No Rest for the Wicked anche tramite GeForce Now.

7

No Rest for the Wicked

No Rest for the Wicked è un titolo molto promettente con un gameplay difficile ma divertente. Il level design del mondo e lo stile lo rendono un gioco unico e affascinante. Presenta però ancora troppe magane tecniche che lo rendono difficile da giocare. Sono però fiducioso che l'accesso anticipato possa aiutare molto il titolo a risolvere tutti i suoi problemi per poi uscire su console in grande stile. Tornerò sulla recensione molto volentieri all'uscita del gioco, fiducioso di poter alzare di molto il voto. Se Moon Studios continua a lavorare in questo modo allora No Rest for the Wicked potrebbe davvero essere ricordato da molti come uno dei giochi più importanti dei prossimi anni.
  • Level design spettacolare
  • Gameplay divertente
  • Supporto continuo da parte degli sviluppatori
  • Qualche problema tecnico di troppo
  • Ottimizzazione pressoché assente