Hideo Kojima annuncia un NUOVO PROGETTO: ecco i suoi 3 migliori lavori.

Hideo Kojima sta ufficialmente lavorando ad un nuovo videogioco.

Hideo Kojima

Hideo Kojima sta ufficialmente lavorando ad un nuovo videogioco.

È ufficiale. Uno dei video game designer più celebrati della nostra epoca sta lavorando ad un nuovo videogioco.

Ad annunciarlo è Hideo Kojima stesso sul profilo Twitter della sua casa di produzione, la Kojima Production, dove annuncia l’ufficiale apertura a nuove assunzioni.

Come ormai ben sappiamo, Kojima è solito far trapelare indiscrezioni e far crescere l’hype attraverso i suoi tweet, ma in questo caso si tratta di una vera e propria ufficializzazione che non lascia spazio a dubbi.

Inutile dire che il web, dopo aver letto questo tweet, è esploso.

Qualcosa era già trapelato sul social con l’uccellino blu, e il tweet del compositore Ludvig Forssell non era passato inosservato agli occhi attenti di internet:

“Kojima Productions conferma che un nuovo progetto è in sviluppo e sta cercando i migliori talenti per lavorare all’interno del nostro nuovo studio di Tokyo. Per maggiori informazioni sui ruoli cercati e i requisiti dei candidati, visitate il nostro sito internet kojimaproductions.jp/en/#careers”

Ma mancava ancora la conferma ufficiale, che, tempo qualche ora, non ha tardato ad arrivare.

Purtroppo non si hanno dettagli di ciò che dovremo aspettarci, non si sa se sarà una nuova IP o se sarà un sequel di Death Stranding, perciò tutto ciò che ci resta è aspettare.

Nel frattempo però, possiamo andare a dare un occhio ai suoi lavori più amati.

Metal Gear

Uno dei titoli più controversi della storia videoludica, Metal Gear è una saga che parte nel 1987 e si conclude nel 2015.

Composta da ben 31 giochi, questa saga si interrompe bruscamente causa lo screzio tra Kojima e Konami, storico publisher e ormai unico detentore dei diritti del brand.

Ma perchè un titolo sviluppato nel 1987 è riuscito ad arrivare a noi, nel mercato del 2000, quando il mondo videoludico è in costante trasformazione?

Il perchè è presto detto: Metal Gear è un videogioco che ha forgiato una generazione ed è riuscito a trasformarsi e a plasmarsi attraverso gli anni.

Il primo titolo che ha attirato l’attenzione del pubblico è stato indubbiamente Metal Gear Solid, uscito nel 1998 e rilasciato per PlayStation 1.

La carta vincente di Metal Gear Solid è stata la sapiente regia e sceneggiatura, che, con l’appoggio di personaggi estremamente caratterizzati e doppiatori magistrali, ha portato il videogiocatore a confrontarsi con un gioco differente al quale era abituato, dove il senso di sfida era decisamente inferiore alla sensazione di star prendendo parte ad un film.

I personaggi così tangibili da esser reali e una perfetta miscela di colonne sonore/fotografia/script, hanno reso questa saga una delle più amate al mondo, consacrando il game designer al titolo di “autore” di videogiochi.

P.T. (Silent Hill)

Come non parlare di uno dei titoli più amati e nebbiosi degli ultimi anni.

Benchè tutto ciò che ne rimane sia semplicemente una demo interattiva, il teaser è rimasto scolpito nelle menti dei videogiocatori di tutto il mondo.

Con l’apporto molto presente di Guillermo Del Toro, Kojima è stato in grado di creare una delle demo più scaricate e giocate dell’intero panorama videoludico, riprendendo in mano una delle saghe che più ci mancano nel parco giochi odierno e trasformandola a sua immagine e somiglianza.

Il loop infinito di stanze nelle quali veniamo trasportati, l’utilizzo del microfono per la comunicazione con i fantasmi della casa. La partecipazione dell’attore Norman Reedus e l’atmosfera creata da Del Toro rendono questa demo un gioiellino imperdibile per ogni amante del terrore e del cinema.

Death Stranding

Primo capolavoro sfornato dalla Kojima Production, Death Stranding (8 Novembre 2019) è stata la scommessa più grande di un Hideo Kojima totalmente indipendente e ormai orfano della sua più amata creazione, Metal Gear.

Anche in questo caso la collaborazione con l’attore Norman Reedus gioca la sua parte, ma la forza di Death Stranding sta sempre nell’essere un film giocabile, dove l’utente non può far altro che rimanere senza fiato davanti ai plot-twist ed alla regia magistralmente condotta.

Nel gioco ritroviamo la voglia di uscire dalla propria confort zone (tanto odiata da Hideo Kojima) che anche qui sembra pagare, rendendo Death Stranding un gioco totalmente diverso da Metal Gear ma altrettanto intenso e pionieristico.

Poco importa se avremo da macinare kilometri e kilometri prima di arrivare in un’altra città vuota o se ci sembrerà di trovarci sempre sul filo del rasoio, Death Stranding è un’esperienza videoludica che non ci si può perdere.

OffertaBestseller No. 1
PlayStation Plus Abbonamento 12 Mesi | Codice download per PSN - Account italiano
  • PlayStation Plus propone una ricchissima selezione di versioni digitali (valide esclusivamente per il download) di titoli in...

Scopri di più
Ea Play Xbox Game Pass
Game Pass: quali giochi si aggiungeranno grazie ad EA Play?