Per scoprire i nostri contenuti esclusivi sui Social, Youtube e il nostro server Discord... Clicca qui!

Cinema

Il Signore degli Anelli: differenze tra libri e film (parte 3)

Terza ed ultima parte sulle differenze tra i film ed i libri de Il Signore degli anelli. Oggi parliamo de Il ritorno del re.

Il signore degli anelli: differenze tra libri e film (parte 3)
Il Signore degli Anelli: differenze tra libri e film (parte 3)
Il Signore degli AnelliIl Signore degli Anelli
Scopri!

Indice dei contenuti

  • L'inizio de Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re
  • Sam non lascia mai Frodo
  • Arwen e la spada
  • La via dei morti
  • Eowyn e Faramir
  • La lotta tra Frodo e Gollum
  • Il ritorno della contea

Siamo giunti alla fine della trilogia: con Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re la storia narrata nel libro de Il signore degli Anelli si conclude, così come il viaggio di Frodo per distruggere l’Unico anello. Il film di Peter Jackson ottenne ben 11 Oscar, diventando uno dei pochi film ad aver vinto così tante statuette, insieme a Ben Hur e Titanic.

Anche in questo caso, il regista ha dovuto effettuare non pochi cambiamenti per rendere la storia idonea al grande schermo: ecco quindi le differenze tra il libro ed il film de Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re.

L’inizio de Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re

Come detto nell’approfondimento precedente, nel libro de Le due torri, Frodo e Sam hanno già combattuto contro Shelob, e Frodo è già stato rapito dagli orchi. Tutta questa parte invece viene inserita nel terzo film, probabilmente per dare più spazio ai due hobbit, che altrimenti si sarebbero visti troppo poco nella pellicola.

Sam non lascia mai Frodo

Un altro escamotage da parte del regista per rendere la storia più drammatica di quanto non lo fosse già è stato quello di far litigare Sam con Gollum in modo eccessivo rispetto al libro. Anche la scena dove Sam assiste al discorso di Gollum con Smeagol davanti alla pozza d’acqua, non esiste. Smeagol inoltre si libera del pane elfico portando Frodo a cacciare via Sam.

Nel libro de Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re tutti questi episodi non avvengono: Frodo e Sam sono insieme anche quando entrano nella tana del ragno Shelob, solo che quando Frodo viene attaccato dal ragno, Sam è impegnato a lottare con Gollum che sta per strozzarlo. Per questo motivo non riesce ad arrivare in tempo prima che l’amico venga avvelenato.

Sam

Arwen e la spada

Nel film assistiamo alla decisione di Arwen di rimanere con Aragorn grazie ad una visione che ella ha del loro futuro figlio. Ciò la porta a chiedere che la spada Narsil sia riforgiata e che Elrond la porti ad Aragorn. Questa è la trasposizione di Jackson di un dono da parte di Arwen che spinga Aragorn a percorrere la via sotto la montagna.

Nel libro le cose sono un po’ diverse: vi è un dono di Arwen, ma si tratta di uno stendardo ricamato da lei. La spada infatti era già stata ricomposta ed era già in possesso di Aragorn al momento della partenza da Gran Burrone ne La compagnia dell’anello.

La via dei morti

Aragorn fa parte dei Dunedain, ovvero coloro appartenenti alla stirpe di Numenor. Quando Aragorn deve marciare verso la via sotto la montagna non lo fa solamente con Legolas e Gimli, come vediamo nel film, ma viene accompagnato dalla sua stessa razza.

Eowyn e Faramir

La storia d’amore tra Faramir ed Eowyn ne Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re viene solamente accennata, mentre nel libro è molto importante: ai due personaggi sono dedicate varie pagine in costruzione del loro rapporto. Inoltre, quello tra Eowyn e Faramir è l’unico bacio che vediamo nel libro.

La lotta tra Frodo e Gollum

Quando Frodo strappa l’anello dalla catena per indossarlo e sparire, sia nel caso del film che in quello del libro, tutti abbiamo avuto un tuffo al cuore: l’innocente hobbit è stato contaminato dal male dell’anello. Nel film quando Gollum stacca il dito a Frodo, questi poi lo attacca portandolo a cadere nel vulcano. Nel libro, Gollum cade perché semplicemente scivola mentre sta danzando di gioia.

Il ritorno della contea

Questa è una delle più grandi differenze che ci sono tra il libro e la sua controparte cinematografica: nel film de Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re gli Hobbit tornano a casa e la Contea non è cambiata. Tolkien, invece, aveva pianificato un importante plot twist: Saruman – che non era morto ad Isengard come possiamo vedere nella versione estesa del film – ha occupato la terra degli Hobbit utilizzandoli come schiavi (possiamo vedere un rimando a questa scena nel film, quando Frodo guarda nello specchio di Galadriel), ma grazie alle esperienze vissute dai quattro hobbit, questi riescono a sconfiggerlo e Saruman viene ucciso poi da Vermilinguo.

Il signore degli anelli

È così che si conclude l’approfondimento riguardanti le maggiori differenze tra i film e i libri de Il Signore degli Anelli. Nonostante le differenze, la trilogia cinematografica ha ottenuto l’approvazione anche dei fan più sfegatati della controparte cartacea, a dimostrazione che quando un prodotto è valido, lo è a prescindere dalla sua fedeltà al medium di origine.

Seguici su Google News Leggi Google News
Dune 2

Dune 2: un’altra foto dal set aumenta…

Un'altra foto dal set di Dune 2, direttamente dal protagonista.
Evil dead rise

Evil Dead Rise: un nuovo cast per…

Svelato il nuovo cast del quinto capitolo di Evil Dead, dal titolo Evil Dead Rise,…
Le otto montagne

RecensioneLe Otto Montagne, Recensione – Racconto di…

Le Otto Montagne, uscito nelle sale italiane a partire dal 22 dicembre 2022, è il…
Man of steel 2 dcu superman

Superman: James Gunn ha definito il futuro…

James Gunn su Twitter affronta alcune tematiche riguardo al DCU, affermando che Superman è una…