logo

Marvel Snap: è arrivata Selene, la Black Queen!

di Pietro Montagna

Pubblicato il 2023-12-27

Uno sguardo a Selene! La nuova carta in arrivo su Marvel Snap!

article-post

Siamo arrivati all’ultima uscita di questo pass di Dicembre. Anche questo personaggio fa ovviamente parte del famoso Hellfire Gala. Punto cardine di tutto questo mese su Marvel Snap! Due personaggi in contrasto: Selene e White Queen. Il nero contro il bianco, lo Ying e lo Yang.

Una in uscita ieri, martedì 26 dicembre, il giorno di Santo Stefano. L’altra in grande spolvero con una variante dentro il pass.

Ma andiamo ad analizzare la carta in sé:

Selene

Snap 1

Descrizione

Alla Scoperta: Affligge la carta con il Potere più basso nella mano di ogni giocatore con -3 Potere.

Molto semplice, chiaro e conciso. La tua carta con la potenza più bassa nella tua mano prende -3. Ognuno di noi sta già pensando ad un mazzo Junk in combo con Annihilus, magari sfruttando altre carte di costo basso come The Hood. Abbassando ancor di più il suo potere per poi “regalarlo” al nostro avversario. Mi stupisce infatti il costo 1 di questa carta che la rende estremamente versatile. Ma sappiamo che Marvel Snap non è così scarso di risorse, anzi. Ci sono una miriade di combinazioni utili per questa carta che vanno solo scoperte.

Ma chi è Selene?

Selene, il cui nome per esteso è presumibilmente Selene Gallio, è un personaggio dei fumetti creato da Chris Claremont (testi) e Sal Buscema (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. Apparsa per la prima volta sulle pagine di New Mutants (vol. 1) n. 9 (novembre 1983), Selene è stata ed è ancora una dei nemici di lunga data degli X-Men. Immortale affiliata alla Cerchia Interna del Club infernale ne è in breve tempo divenuta la Regina Nera (Black Queen). Spesso in contrasto con la storica Regina Bianca Emma Frost, famosa per l’abbigliamento ispirato a vari costumi sadomaso con tanto di corsetti, fruste e collari.

La sua lunga vita è da attribuirsi principalmente alla similitudine con un vampiro, capace di drenare l’energia vitale da altri per alimentare la propria giovinezza e bellezza. Il suo nome deriva da quello dell’antica divinità greca lunare, appunto Selene, figlia dei titani Iperione e Teia. Lei stessa inoltre proclamava di essere già vecchia quando il genere umano cominciava a compiere i primi passi sulla Terra, tanto che potrebbe benissimo essere la divinità stessa.

Poteri e abilità

Selene possiede la caratteristica di essere sia una mutante che una potente strega, di conseguenza, nella vasta gamma di poteri da lei mostrati, è impossibile separare quelli derivati dalla sua mutazione, da quelli derivati dalla stregoneria.

I suoi principali poteri consistono in una particolare forma di telecinesi. Che le permette di animare qualsiasi tipo di materiale inorganico e non quello organico. Di far levitare e di manipolare fiamme a qualsiasi temperatura. Anche se non è in grado di generarne da sé, come un vero pirocineta. Inoltre, è dotata di una notevole capacità telepatica. Grazie alla quale riesce a controllare completamente le vittime prescelte ed a rendere difficoltosa la propria localizzazione. Oltre alle mutazioni, Selene possiede una vasta conoscenza nel campo della stregoneria, come ha mostrato nell’utilizzo di svariati incantesimi.

La sua figura è associata a quella di un vampiro poiché Selene è capace di drenare l’energia dalle proprie vittime. In quest’ultimo caso uccidendole e polverizzandole e per questo motivo non necessita di cibarsi come i normali esseri umani. Risulta perciò essere una entità quasi immortale, la cui bellezza e giovinezza vengono garantite dall’energia vitale delle sue vittime.

Però Selene, nella maggior parte dei casi, preferisce non consumare completamente le proprie prede così da schiavizzarle mentalmente. Affinché eseguano i suoi ordini. Come altro effetto collaterale del drenaggio energetico delle vittime, Selene acquisisce il ricordo della loro intera vita. Grazie alle energie carpite, Selene può sviluppare forza e velocità a livelli sovrumani, che però provocano un suo invecchiamento precoce e repentino, nel caso siano utilizzati troppo in fretta e con poca parsimonia. Selene sembra inoltre possedere un’insolita immunità a qualsiasi tipo di ferita e di manipolazione, riuscendo persino a ricomporsi dopo essere stata polverizzata.

Seguici anche su:

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Google News

Potrebbe interessarti anche