ROG Ally X, annunciata l’Handheld migliore di tutte?

ROG Ally X

In attesa della conferenza di domani per il Computex, ASUS ha annunciato in anteprima la nuovissima ROG Ally X. Non stiamo parlando del seguito dell'ultima handheld di ASUS ma più di una mid gen che va a migliorare alcune criticità del precedente modello. Vediamola però in maniera più approfondita.

Armoury Crate 1.5

La prima novità introdotta da ASUS, che arriverà ovviamente anche sulla prima ROG Ally, è la nuova versione di Armoury Crate. Per chi non lo conoscesse, Armoury crate è un software proprietario di ASUS che permette di gestire i propri giochi e alcuni settaggi di ROG Ally con una grafica console like.

Armoury Crate ROG Ally X

All'uscita della prima handheld di ASUS il software era sicuramente molto interessante, allo stesso tempo però molto acerbo. Con il passare dei mesi è migliorato molto in funzionalità e stabilità. Tra le novità di questa versione 1.5 c'è un grafica rivista e migliorata oltre alla possibilità di condividere con la comunità le mappature alternative del controller.

ROG Ally X, le caratteristiche tecniche

Come detto prima questa nuova ROG Ally X non è il seguito della precedente, condivide quindi anche il medesimo processore AMD Ryzen Z1 Extreme, cambiano però quasi tutte le altre caratteristiche.

Design ed Ergonomia migliorati

Con questa nuova handheld ASUS ha voluto modificare il design migliorandolo, senza stravolgerlo completamente. Le impugnature laterali sono state curvate maggiormente e i grilletti sono stati rivisti per risultare più comodi. I tasti sul retro della console sono stati rimpiccioliti per evitare le pressioni indesiderate e i joystick sono stati resi più resistenti. In più c'è stata una revisione completa dell'interno per portare le novità che vi spiegherò in seguito, il tutto portando un aumento del peso di soli 70 grammi.

Batteria e Archiviazione

Una delle criticità di ROG Ally era proprio la batteria, che in giochi pesanti portava la durata a calare a picco fino a poche ore. ASUS ha scelto quindi di dotare ROG Ally X di una batteria da 80W, il doppio del modello precedente. Raddoppiata inoltre anche l'archiviazione che passa ad un SSD M2 da 1 TB. La novità più interessante è però la rimodulazione delle componenti interne, permettendo ora di utilizzare SSD M2 2280, ovvero la grandezza standard per i PC, contro i più piccoli e limitati 2230 della vecchia versione.

Esempi di SSD

Prestazioni e RAM

Nonostante il processore sia rimasto lo stesso è stato migliorato il sistema di raffreddamento, grazie a ventole più efficienti e nuovi sfoghi per l'aria, facendo calare le temperature fino al 24%. Oltre ad offrire una console più fresca al tatto permette anche al processore di spingere al massimo per più tempo.

Modificata poi anche la RAM di ROG Ally X, arrivando ora a 24GB LPDDR5X da 7500 MHz. Oltre ad aggiungere 8 GB aumenta anche la frequenza che in precedenza era di "solamente" 6400 MHz. Questa miglioria aiuterà sicuramente tutti quei titoli più moderni che richiedono una grossa quantità di VRAM.

Connettività migliorata

L'ultima grande novità di ROG Ally X che ha voluto portare ASUS è la rivisitazione delle porte I/O del loro PC Handheld. In precedenza, era presente al di sopra la porta proprietaria XG Mobile. Al posto di essa troviamo invece due porte Type C, di cui una compatibile con Thunderbolt, permettendo quindi di avere una versatilità decisamente migliore.

ROG Ally cavo XG Mobile

Conclusioni

ROG Ally X sembra essere un update davvero interessante stravolgendo quasi completamente il PC handheld di ASUS. Tra le novità più interessanti c'è sicuramente la RAM maggiorata, da non sottovalutare però la possibilità di montare SSD standard permettendo di avere quindi più scelta nell'aggiornare la vostra console. ROG Ally X sarà disponibile all'acquisto a partire dal 22 luglio al prezzo di 899 euro.