Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Contra Operation Galuga: la recensione!

Contra Operation Galuga, la recensione del platform sparatutto di Konami!

Contra Operation Galuga: la recensione!

Direttamente dalla saga di Contra , Operation Galuga è una rivisitazione accurata del classico gioco run'n gun d'azione degli anni '80. Questa rivisitaziine però ha grafica e audio moderni, nuovi livelli, nuovi nemici e boss, nuove meccaniche di gioco, un sistema di armi aggiornato ed esplosivi combattimenti cooperativi per un massimo di due giocatori nella modalità cooperativa!

Dopo il passo falso fatto da Konami con Contra: Rogue Corps del 2019, si ritorna in maniera eccellente con quello che è più di un remake. Si tratta infatti di un'ambita rivisitazione videoludica adattata perfettamente ai tempi moderni, con ovviamente un pizzico di classicità che non guasta. Senza ovviamente dimenticare che non tutti hanno l'età per aver giocato ai primi capitoli, in quanto magari non ne conoscevano nemmeno l'esistenza. Ovviamente a guardarsi indietro uno potrebbe dire: wow si sono ispirati a Metal Slug. Il che è vero dato che il primissimo Contra si ispira fortemente alla saga platform più conosciuta.

Contra: Operation Galuga, infatti, è un titolo che non mette nulla in secondo piano: perfetto per i veterani alla ricerca di grandi sfide e stimolante per coloro che vogliono provare qualcosa di nuovo e frizzante.

Contra 1
7.5

Contra Operation Galuga

Contra Operation Galuga è un titolo interessante soprattutto per gli amanti del genere, certo non senza difetti. Pecca sul frame-rate e i paesaggi sono un po' privi di dettagli ma nel complesso grazie alle boss battle ben fatte, alla vasta gamma di nemici e al multiplayer/arcade se avete voglia di farvi più di una partita per spegnere il cervello è un gioco perfetto.

  • Voglia di rigiocare il titolo

  • Livelli ben congeniati

  • Varietà di nemici

  • Frame-rate ancora a scatti
  • Scarsa longevità del titolo
  • Gioco nuovo ma troppo improntato verso la tradizione

Pallottole come se piovessero

Perché ammettiamolo, chi di noi segue la storia in questo tipo di giochi? O meglio a chi interessa sul serio? Mi spiego peggio. Di solito uno quando gioca a titoli di questo genere pensa solo a una cosa: "Vado dritto e sparo!".

E non esitate a dire il contrario, anche se non vi crederanno in molti. Ma ovviamente se uno deve recensire il gioco alla storia dà uno sguardo anche ben intenso. E vi dirò non c'é molto ma quello che trovi è interessante. La premessa è semplice. L'isola di Galuga dopo una pioggia di meteoriti che ha investito l'arcipelago, viene attaccata dalla cellula terroristica Red Falcon dotata di un arsenale e di un esercito con cui è intenzionata a minacciare gli equilibri e la pace della Terra del prossimo futuro.

Ovviamente tocca al team Contra, capitanato dalle due bestie di muscoli di Bill Razier e dal suo inseparabile braccio destro Lance Bean. Grazie alla loro forza e al loro potentissimo armamentario sgomineranno i terroristi a suon di pugni e piogge di proiettili.

La trama si dirama tra artefatti alieni, terribili esperimenti scientifici e tentativi di fuga interplanetari e questo è quello che vi basti sapere. Il perno su cui fa leva il gioco di Konami non va certo ricercato in un semplice orpello utile a giustificare, a grandi linee, la scia di morte e distruzione perpetrata dalla squadra Contra. Del resto, è difficile resistere alla tentazione di saltare i brevissimi filmati e i dialoghi che si sviluppano tra un livello.

Contra 1

Un pizzico di violenza

Basta veramente poco per familiarizzare coi comandi, anche perché in uno sparatutto run n'gun non hai moltissimo altro da fare... a parte sparare! Comunque: si salta, (ovviamente) si spara, ci si arrampica su quasi tutte le pareti, si alternano i due fucili che è possibile equipaggiare e con un grilletto si ferma la corsa dell'avatar per consentire il fuoco a trecentosessanta gradi.

Non serve altro, più o meno. Ogni personaggio selezionabile gode infatti di un'abilità speciale attivabile in qualsiasi momento e senza tempi di ricarica, tecnica spesso imprescindibile per evitare i proiettili nemici e barcamenarsi al meglio tra le tante piattaforme da raggiungere. Bill e Lance, per esempio, possono contare sullo scatto, Ariana sulla scivolata, Lucia ha in dotazione un rampino, Stanley Ironside può fare affidamento sui retrorazzi della sua tuta.

Sbloccando tutti i personaggi godrete ovviamente di una maggiore scelta tattica dato che in tutti i livelli ci sono sezioni platform parecchio impegnative!

Il gioco gode di una scarsa longevità avendo praticamente solo 8 livelli principali, ma fidatevi vi verrà voglia di riprovarlo a difficoltà maggiore! Completare la Modalità Storia una prima volta, a difficoltà standard, potrebbe richiedervi un solo pomeriggio, addirittura non più di un paio d'ore se siete particolarmente abili e affini al genere. Finito quello nella modalità Arcade, che elimina dialoghi e filmati e, soprattutto, non concede il reset delle vite perdute tra un livello e l'altro è possibile mettersi alla prova con una trentina di sfide che, riutilizzando gli scenari dei livelli già affrontati, impongono delle specifiche condizioni di vittoria

La bellezza del titolo viene data anche alla grande varietà di nemici affrontabili dai soldati armati fino ai denti si passa a zombie pronti ad esplodere in getti acidi, alieni capaci di evitare i colpi correndo sui muri, robot mutaforma e così via. Anche e soprattutto per le boss battle: degne di questo nome. Anche qui la varietà è assolutamente garantita. Tra scontri che cambiano continuamente prospettiva, combattimenti che necessitano un approccio più a corto raggio e altri che invece prevedono continue arrampicate sui muri, complici anche le generose dimensioni dei bestioni che dovrete abbattere, Contra: Operation Galuga ripropone un campionario di boss incavolati a puntino.

Contra Operation galuga 4

Contra: un titolo che non invecchia? Più o meno

Contra: Operation Galuga è una rilettura del classico del 1987 pubblicato inizialmente per il mercato arcade, Amstrad CPC e ZX Spectrum. Quindi essendo passati così tanti anni con le nuove tecnologie saremo riusciti a passare a un livello superiore? Si e no...

Facendo un elenco rapido ci sono alcuni punti su cui voglio fare delle precisazioni. Purtroppo ogni tanto i comandi hanno dei ritardi a volte anche facendoti morire in modi stupidi, solo che se ti ritrovi nel bel mezza della battaglia contro un boss non è molto terapeutico morire per colpa di un lag.

Anche graficamente Contra: Operation Galuga mostra il fianco a qualche piccola critica. Ovvero purtroppo la fa da padrone il concetto "quantità meglio di qualità". Ovviamente sta tutto all'occhio del giocatore: le animazioni sono fluide ma non stupefacenti, il fondo di contorno all'azione si lascia guardare pur senza mostrare chissà quanti dettagli. Tutto considerato, quindi, viene da chiedersi come mai il frame rate di tanto in tanto zoppichi. Sapete riguardando i vecchi Contra mi sono accorto che per quanto nuovo Operation Galuga è troppo "tradizionale" passatemi il termine. Molti avrebbero voluto giusto un pizzico di originalità in più.

Per il sonoro ovviamente ci si rifà ai vecchi titoli quindi musiche frenetiche ma che vengono perfettamente amalgamate con le esplosioni e i rumori dei proiettili, è quasi poetico.

Contra, tiriamo le somme

Insomma Contra Operation Galuga è un titolo nuovo che strizza l'occhio forse troppo ai primi titoli, io capisco il restare fedele alla tradizione ma così mi pare eccessivo. Comunque è un gioco consigliato soprattutto se amate questo genere e avete voglia di giocare a qualcosa per spegnere il cervello, perché è esattamente così che andrebbe giocato, evitando di accorgersi dei difetti grafici o di gameplay.

Ti potrebbe interessare