Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Killers of the Flower Moon: Scorsese aggiorna sulla data d’uscita

Killers of the Flower Moon: Scorsese aggiorna sulla data d’uscita

L’incertezza continua a farla da padrone quando si parla della data di uscita di Killers of the Flower Moon, attesissima pellicola diretta da Martin Scorsese. Nel corso di un Q&A, il regista di The Irishman ha offerto un piccolo aggiornamento sul film, precisando che si trova attualmente nella fase di mixaggio e sarà rilasciato “nel giro di qualche mese”.

Le parole di Scorsese, pur senza specificare una chiara finestra temporale, avvalorano la tesi secondo cui Killers of the Flower Moon potrebbe debuttare al prossimo Festival di Cannes, dove Apple potrebbe presentare in anteprima anche Napoleon di Ridley Scott.

Proprio Apple TV ha co-finanziato il prossimo film di Scorsese insieme a Paramount Pictures, con cui condivide anche i diritti per la distribuzione della pellicola, adattamento dell’omonimo libro di David Grann. Inizialmente il film avrebbe dovuto debuttare nelle sale e su Apple TV+ a dicembre 2022, prima di essere rimandato al 2023.

Killers of the Flower Moon: tutto quello che sappiamo

Killers of the Flower Moon è incentrato su un'indagine portata avanti dall'FBI negli anni Venti, quando alcuni membri della tribù di nativi americani Osage, della contea di Osage, in Oklahoma, vengono assassinati dopo che del petrolio viene trovato sulla loro terra.

Il cast del film, dal budget di 200 milioni di dollari, può vantare la presenza di star come Leonardo DiCaprio, Robert De Niro, Jesse Plemons, Brendan Fraser e Lily Gladstone.

Il ruolo di Tom White, il principale agente dell'FBI coinvolto nel caso, era stato inizialmente scritto per DiCaprio. Il premio Oscar per Revenant ha tuttavia insistito per interpretare Ernest Burkhart, nipote del personaggio di De Niro. Di conseguenza Plemons ha ottenuto il ruolo di Tom White.

La sceneggiatura della pellicola è stata scritta da Eric Roth, secondo cui Killers of the Flower Moon avrebbe avuto diverse proiezioni interne ai dipendenti Paramount ed Apple. Gli screen test sembrerebbero essersi rivelati positivi: vedremo se questo basterà per rendere il film un successo di pubblico e magari anche di critica, nonostante un rilascio nei primi mesi del 2023 non favorirebbe di certo l'eventuale corsa agli Oscar 2024.