logo

Razer Basilisk V3 Pro, Recensione – Il mouse per giocare e lavorare

di Stefano Fabiani

Pubblicato il 2023-05-13

Abbiamo testato uno dei mouse più versatili in circolazione, il Razer Basilisk V3 Pro. Ecco cosa ne pensiamo.

article-post

Desideri un mouse che unisca la potenza di un giocatore con l’ergonomia utile in ambito lavorativo? Non sei un giocatore di un solo tipo, quindi non hai bisogno di mouse ultraleggeri per FPS o di mouse MMO con 21 pulsanti? Ciò di cui hai bisogno è un mouse comodo, affidabile e veloce, con connettività multiple e utilizzabile sia per i giochi che per il lavoro? Quel mouse si chiama Razer Basilisk V3 Pro.

Dotato di 11 pulsanti programmabili, rotella inclinabile e design ergonomico per la mano destra, il Basilisk V3 Pro è un aggiornamento rispetto al suo predecessore.

Inoltre, dispone di ricarica wireless Qi, illuminazione RGB, sensore da 30K DPI (il Razer Focus Pro 30K). È inoltre progettato per sfruttare il nuovo dock Qi, il Razer Mouse Dock Pro o il Razer HyperPolling Wireless Dongle (entrambi venduti separatamente) che si sincronizza con il software Chroma. Può raggiungere infine la frequenza di polling wireless fino a 4.000 Hz.

Tuttavia, questo mouse non è economico. Ma andiamo per gradi.

Recensione Razer Basilisk V3 Pro

Design e Caratteristiche

Il Razer Basilisk V3 Pro è un mouse da gioco ampio e sagomato adatto ai destrorsi. Ha una classica forma angolare, con una finitura testurizzata, una rotellina di scorrimento a quattro direzioni chiamata HyperScroll, un grande logo a tre teste, un supporto per il pollice e un design di larghezza media, comodo da tenere in qualsiasi modo. Il materiale è plastica con finitura ruvida opaca, accenti lucidi e pannelli laterali gommati per migliorare l’impugnatura.

Il mouse è disponibile in due versioni di colore: nero (quello che abbiamo per la recensione) e bianco. Il poggia polsi è ampio, anche se sembra sottile, il pollice non è mai stato trascinato.

Misure e peso del Razer Basilisk V3 Pro sono notevoli: 130 mm di lunghezza, 75,4 mm di larghezza, 42,5 mm di altezza e 112 g di peso. Dal punto di vista della personalizzazione estetica, questo mouse non sfigura: è ricco di Chroma, la piattaforma di illuminazione di Razer che abbina le periferiche al gioco in uso. La luce è situata sulla rotellina di scorrimento, sul logo del poggia polsi e sulla parte inferiore del mouse, per un bagliore soffuso su qualsiasi superficie. Anche un detrattore del RGB come me deve ammettere che è davvero bello.

Il Basilisk V3 Pro è dotato di 11 pulsanti programmabili. Ci sono i tasti di clic sinistro e destro, una rotella di inclinazione a tre clic (centrale, sinistra, destra) e due pulsanti sopra. La nuova rotellina di scorrimento cambia modalità tra scorrimento tattile e accelerazione virtuale, cosa che purtroppo non è sempre funzionata come ci si aspettava. I pulsanti possono essere modificati nel software di configurazione Synapse di Razer. Infine, la parte inferiore del mouse ha un interruttore di alimentazione per passare dal wireless 2,4 GHz al Bluetooth e un pulsante di commutazione del profilo programmabile.

Sotto il mouse c’è uno scomparto nascosto nel quale è possibile inserire il dongle 2.4 di Razer, per collegare più dispositivi Razer senza paura di perderlo. Il mouse è equipaggiato con il sensore Focus+ di Razer, per modificare la sensibilità fino a 30.000 punti per pollice (DPI), ma in tutte le prove che abbiamo fatto il valore più alto non è stato particolarmente utile. Di contro, la frequenza di polling a 125, 500, 1000, 2000 e 4000 Hz si è rivelata molto fluida ed efficiente.

L’elemento di differenziazione principale del Razer Basilisk V3 Pro è il disco di ricarica Qi che può essere inserito nella parte inferiore. Tecnicamente, qualsiasi caricabatterie può andare bene, ma Razer offre anche una versione con ricetrasmettitore HyperPolling wireless 4K Hz e porta USB di tipo C, per riprodurre e caricare contemporaneamente.

Specifiche:

  • Sensore: Razer Focus Pro
  • Sensibilità ottica: 30.000 dpi
  • Frequenza di polling: 1.000 Hz (4.000 Hz con Mouse Dock Pro)
  • Pulsanti programmabili: 11
  • Illuminazione: 11 zone RGB personalizzabili
  • Connessione: HyperSpeed ​​2,4 GHz, Bluetooth, USB
  • Peso: 115 g

Il mouse da gioco presenta un cavo adattatore USB-A a USB-C con rivestimento in tessuto, un adattatore wireless USB-A, un manuale e degli adesivi. La scocca scanalata e i pulsanti principali ruvidi del mouse si adattano piacevolmente alle mani. Le impronte digitali sul V3 Pro sono praticamente impercettibili, grazie alla finitura anodizzata e nera opaca.

Come si comporta in gioco?

Il Razer Basilisk V3 Pro presenta l’ultimo sensore ottico Focus Pro 30K di Razer, che offre una sensibilità massima di 30.000 DPI, una velocità massima di 750 IPS e un’accelerazione fino a 70 G. Offre anche la terza generazione degli interruttori ottici del mouse di Razer, che sono tattili, cliccabili e garantiti per 90 milioni di click.

In termini di comfort, questo mouse non è molto diverso da altri Basilisk. Ha un comodo poggia polsi bulboso, e un telaio di larghezza media, che lo rendono piacevole da usare. Tuttavia, il peso di 112 grammi, ancora prima di aggiungere la base di ricarica Qi, potrebbe essere un deterrente per i giocatori che desiderano il mouse più leggero possibile. Ma per me, non è stato un problema e ho apprezzato anche i cinque piedini PFTE sotto che fornivano uno scorrimento fluido sulla scrivania in legno.

Il layout dei pulsanti è abbastanza standard: la rotella di scorrimento, due pulsanti sotto di questa, due pulsanti allungati sul lato sinistro del telaio e il pulsante di attivazione multifunzione in avanti e in basso sul lato sinistro. Di default, questo pulsante multifunzione funziona come una frizione di sensibilità, che può drasticamente ridurre la sensibilità del mouse se premuto. È un’integrazione semplice anche per i giochi, ed ha un impatto significativo sulla precisione. Ma può anche essere configurato per quasi tutto, inclusa la funzione Hypershift di Razer, che trasforma il pulsante in una funzione tasto che, se tenuto premuto, cambia qualsiasi altro pulsante cliccato.

Ho trovato la rotellina di scorrimento del Razer Basilisk V3 Pro in modalità “Free Spin” un po’ scomoda per i giochi. In questa modalità la rotellina continuava a scorrere senza sosta. C’è anche una modalità di accelerazione virtuale, che aumenta la velocità di scorrimento sullo schermo man mano che si fa scorrere la rotella, ma non ha fatto abbastanza per soddisfare le mie esigenze. Inoltre, la modalità Smart-Reel passa automaticamente alla rotazione libera quando si fa scorrere rapidamente la rotella, ma torna allo scorrimento tattile quando non c’è più movimento. Comunque, non mi ha convinto molto.

razer basilisk v3 pro
Razer Basilisk V3 Pro

Il Software

Se sei un fan di Razer, il Basilisk V3 Pro non deluderà. Si sincronizza con il software Synapse proprietario di Razer, che offre una gamma di funzionalità tra cui la regolazione della frequenza di polling, la configurazione dei pulsanti e la combinazione dei colori. La memoria integrata può memorizzare fino a cinque profili, e alcune personalizzazioni possono essere effettuate tramite il software, come le macro.

Synapse 3 offre una varietà di opzioni di programmazione per gli 11 pulsanti programmabili del mouse, tra cui funzioni del mouse, tastiera, scorciatoie di Windows e macro. Puoi anche programmare un pulsante come pulsante modificatore Razer HyperShift, che offre un livello di personalizzazione aggiuntivo. Synapse 3 è anche il luogo in cui regoli la maggior parte delle impostazioni delle prestazioni del mouse, come i tassi di polling, i livelli DPI, la distanza di sollevamento e le funzioni di risparmio energetico.

Ci sono anche le impostazioni per la rotellina di scorrimento, tra cui Accelerazione di scorrimento e Smart-Reel.

Per quanto riguarda l’illuminazione, il Basilisk V3 Pro ha 13 zone di illuminazione, tra cui una nella rotella di scorrimento, una nel logo sul poggiapolsi e 11 nel bagliore che circonda la base del mouse. Tutte le 13 zone possono essere personalizzate individualmente nell’app Chroma Studio di Razer, con una varietà di colori, effetti e strati.

La batteria?

Il Basilisk V3 Pro offre tre possibilità per la connettività: wireless a bassa latenza da 2,4 GHz, Bluetooth e cablata (USB-C). Collegandosi al wireless a 2,4 GHz tramite il dongle USB-A incluso, oppure con Razer Mouse Dock o Razer HyperPolling Wireless Dongle (venduti separatamente) si può ottenere una velocità di polling wireless fino a 4.000 Hz.

La batteria è valutata per 90 ore, ma le impostazioni DPI e Chroma influenzeranno notevolmente questo numero. Spesso, quando provo un mouse, non si spegne mai, ma con la Basilisk Pro è successo due volte. Questo è probabilmente dovuto al fatto che l’ho lasciato senza un cavo USB che fornisse alimentazione quando il PC era spento. Ciò rende necessario avere un piedistallo intorno.

Il prezzo

Il Razer Basilisk V3 Pro è un mouse da gioco wireless di prim’ordine: comodo, personalizzabile e con un’illuminazione RGB brillante. Il prezzo? Su Amazon costa 179,99€, una cifra che non tutti possono permettersi.

9

Il Razer Basilisk V3 Pro è un mouse davvero ben fornito e super divertente da usare. Nonostante il peso possa mettere in difficoltà alcuni giocatori più hardcore di FPS, a me non ha mai dato problemi. Anzi, la regolazione della sensibilità mi ha aiutato a migliorare le mie prestazioni. Anche se il software Synapse di Razer inizia a mostrare i suoi anni quando si parla di personalizzazione dei colori sulla miriade di luci del Basilisk, tutto il resto qui è di prim'ordine. Design RGB di classe, caricabatterie Qi comodo da usare: insomma, Basilisk ha tutto l'aspetto di un dispositivo di lusso. Ma se un mouse del genere vale un prezzo che varia dai 150 ai 200 euro, è una domanda che solo tu puoi rispondere. Per me, ne vale la pena.

  • Ergonomia
  • Materiali
  • Performance
  • Molti pulsanti programmabili
  • Peso
  • Il dock di ricarica costa quanto la versione cablata

Seguici anche su:

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Google News

Potrebbe interessarti anche