Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Recensione

MSI Clutch GM51 Lightweight, Recensione – Un mouse per tutti

Continua la nostra ricerca del mouse perfetto e quest’oggi parleremo di MSI Clutch GM51 Lightweight.

MSI Clutch GM51 Lightweight

Siamo alla costante ricerca del mouse perfetto, creato per accontentare tutti i più fini palati (o palmi che dir si voglia) e dopo aver testato due mouse ASUS (di cui è possibile leggere qui la nostra recensione) non potevamo esimerci dal testare il mouse MSI Clutch GM51 Lightweight nella sua versione cablata.

Più il tempo passa e più una periferica pensata perlopiù per ambienti lavorativi sta diventando la nostra arma più preziosa, sono lontani i ricordi di tastiere con integrata una trackball grande quanto un pugno e pesante quanto un Nokia 3310. I mouse stanno diventando sempre più leggeri, maneggevoli, e soprattutto perfetti per chi ricerca la precisione assoluta sia in ambito gaming che in ambito lavorativo.

Che siate professionisti negli FPS (first person shooter) o che in ambito grafico ritroviate il vostro habitat naturale, troverete sempre un mouse adatto a voi e questo MSI Clutch GM51 Lightweight entra di diritto a far parte di quella classe di periferiche che mira ad accontentare qualsiasi bacino di utenza.

Immagine d'informazione

MSI Clutch GM51 Lightweight - Specifiche

A primo impatto il dispositivo non sembra dissimile dalla gran parte dei suoi fratelli, abbiamo delle dimensioni di 122 x 65 x 45 mm e 75g di peso totale, che lo rendono un mouse di dimensioni medie fruibile sia da chi è abituato ad impugnarlo stile "palm" (distendendo tutta la mano e le dita sul mouse), sia da chi invece utilizza un'impugnatura di tipo "claw" (a piegare le dita sui pulsanti del mouse), sia da chi usa un'impugnatura stile "fingertip" (ad artigliare il mouse tenendolo con le dita).

Abbiamo testato il mouse in tutte le posizioni (nonostante la "palm" sia risultata quella più consona) e mai il dispositivo ci è sembrato scomodo nel suo utilizzo. Complice anche la rivestitura laterale antiscivolo a doppia iniezione e con finiture a diamante chiamata MSI Diamond Lightgrips, che mai ha reso il mouse "sfuggevole" alle nostre mani. Il dispositivo è RGB e presenta 3 zone luminose, due laterali sotto il rivestimento antiscivolo e una superiore ad illuminare il marchio MSI.

Posti superiormente abbiamo i due tasti del mouse che garantiscono un funzionamento fino a 6 milioni di click con al centro la "rotella" utile allo scrolling delle pagine, come abbiamo già accennato esteticamente (a parte alcune piacevoli rifiniture) non è molto dissimile dalla gran parte dei mouse da gaming in circolazione. Sul lato sinistro del mouse, raggiungibili agevolmente con il pollice, abbiamo altri due tasti aggiuntivi, il tutto programmabile attraverso il software MSI Center, un'applicazione utile ad ottenere il massimo da tutti i dispositivi MSI che abbiamo collegato al nostro PC.

Immagine d'informazione

Come qualcuno di voi avrà notato non abbiamo accennato al tasto per gestire i cinque livelli di sensibilità del mouse, rispettivamente a 400 DPI, 800 DPI, 1600 DPI, 3200 DPI e 6400 DPI. Purtroppo il tasto di selezione, inspiegabilmente oseremmo dire, è posto al di sotto del mouse accanto al sensore ottico. Una scelta molto bizzarra poiché in caso di cambio veloce costringe l'utente a girare il mouse e a premere il tasto apposito utilizzando l'altra mano. Tuttavia attraverso MSI Center è possibile configurare e salvare ulteriori 3 profili personalizzati da utilizzare, oltre alla gestione dell'effetto RGB del mouse stesso.

Purtroppo, anche se non è molto invalidante come fattore, siamo davanti ad un mouse cablato che necessita di connessione diretta USB 2.0, tuttavia il cavo è quasi come se non ci fosse in quanto parliamo di un cavo di corda ultraleggero MSI FriXionFree lungo 2 metri, il quale assicura una frizione quasi pari a zero sulle nostre scrivanie.

MSI Clutch GM51 Lightweight - Un sensore d'avanguardia

In questo caso è necessario scendere più nei dettagli e sviscerare quello che è il cuore di questo mouse, iniziando da ciò che interessa alla maggior parte degli utenti, la precisione del puntamento. Il mouse MSI Clutch GM51 Lighjweight monta un PixArt PAW-3395 Optical Sensor con una risposta di 8000 Hz, che in termini stretti sta ad indicare un 0.125 ms di tempo di comunicazione fra il sensore ed il nostro PC.

È quindi estremamente veloce nel comunicare il movimento, il che lo rende ottimale per molti utilizzi, in primis per un gaming incentrato sulla precisione e sulla velocità di movimento. Il sensore può essere impostato ad una sensibilità di massimo 26000 DPI, ma questo attraverso l'applicazione MSI Center che abbiamo citato poc'anzi.

Immagine d'informazione

In ogni circostanza e in ogni utilizzo abbiamo potuto constatare che il mouse si è sempre comportato egregiamente ed è sempre risultato estremamente preciso, ma ci teniamo a ripetere che il tasto per scegliere i 5 livelli preimpostati di sensibilità posto al di sotto del mouse è difficilmente raggiungibile e scomodo in sessioni di gaming che ne richiedono un cambio veloce.

Al di la di quest'assurda scelta non abbiamo molto da recriminare a questo MSI Clutch GM51 Lightweight che, nonostante sia un mouse "tradizionale" (e non verticale) e nonostante il sensore posto in posizione davvero inusuale, resta ugualmente un validissimo prodotto. Promosso.

8

MSI Clutch GM51 Lightweight

Un mouse versatile, ottimo per qualsiasi utilizzo, ma con alcune scelte incomprensibili come il posizionare il tasto per cambiare i DPI al di sotto del mouse. Al netto di questa scelta fuori dal comune ci teniamo comunque a consigliarlo, quantomeno per la sua altissima precisione e il tempo di risposta d'input quasi nullo. Peccato che non sia anche verticale, avrebbe raggiunto persino i massimi livelli di confort.

  • Adatto a qualsiasi tipo di impugnatura
  • Tempi di risposta quasi nulli
  • Leggero e maneggevole seppur cablato
  • Il tasto per il cambio dei DPI inspiegabilmente posto sotto al mouse
  • Mouse "tradizionale" e non verticale