Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Momenti assolutamente indimenticabili nei videogiochi

Momenti assolutamente indimenticabili nei videogiochi

Agli albori dei videogames, era quasi impensabile porre sullo stesso piano gameplay e comparto narrativo. Soprattutto nei primi titoli, la storia era solo lo scheletro sul quale si appoggiava l'intero progetto. Oggi, invece, la qualità videoludica di un prodotto dipende fortemente dal rapporto triangolare grafica-narrazione-gameplay. Le cutscene hanno un fortissimo impatto sul giocatore, perché rendono l'avventura virtuale emotivamente più coinvolgente. Gli standard attuali sono sempre più alti e spinti ormai verso questa direzione. Non per nulla il catalogo vanta di molti titoli dalla qualità visiva sorprendente, che si fanno quasi beffe degli effetti cinematografici. Ecco 10 momenti assolutamente indimenticabili nella storia dei videogiochi.

ALLARME SPOILER

Resurrezione di Ganon in The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

Una scena ricca di mistero con un aroma macabro, che apre il sipario a questo acclamatissimo titolo. Un momento quasi cinematografico, Accoglie i giocatori rendendo loro l'idea, in pochi minuti, di cosa andranno ad affrontare e quale tipo di Hyrule stavolta dovranno esplorare.

La morte di Sara in The Last of Us

Uno dei momenti più drammatici della storia del mondo videoludico. Forse, addirittura difficile da accettare per molti giocatori la scomparsa di una ragazzina tanto giovane e innocente. Un apparente dramma che sembra spegnere ogni speranza di lieto fine, ma che il giocatore dovrà riaccendere.

L'attacco del drago in Hogwarts Legacy

Una scena senz'altro d'effetto, potenziata dalla strabiliante resa grafica del titolo. L'arrivo improvviso del drago è del tutto inaspettato, un colpo di scena che spezza la linearità standard della vita di un'apparente studentessa qualunque, catapultandola nella vera avventura studiata per questo fantastico capolavoro.

Ritrovamento di Rachel in Life is Strange

Un altro momento strappalacrime, ma intensamente coinvolgente. Una grafica sicuramente sormontabile, ma una resa emotiva dei personaggi in grado di far cogliere in pieno il dramma del momento. Coinvolgente perfino per chi è ancora un neofita di questo grande gioco.

Tubercolosi di Arthur Morgan in Red Redemption II

Non stiamo parlando di una sola, bensì una sequenza non consecutiva di cutscenes, che accompagnano un uomo affetto da tubercolosi dalla diagnosi della malattia alla morte. Una scelta del team di sviluppatori, come a voler invitare il giocatore a sostenere un malato terminale negli ultimi istanti di vita sino alla fine.

Tidus e Yuna si baciano in Final Fantasy X Remastered

Tra drammi e horror, non guasta mai un tocco di passione. Si accende infatti il romanticismo con l'incontro di questi due personaggi in una delle cutscene più apprezzate del titolo. Atmosfera soffusa, un momento delicato, quasi incantato, che ha tenuto i più sognatori incollati allo schermo.

Gerard trova Ciri in The Witcher III

Quella che potrebbe sembrare l'ennesima tragedia narrativa, si rivela in realtà un colpo di scena. Gerald ritrova in una stanza il cadavere di Ciri, o almeno così crede in un primo momento. Il viso del protagonista non si vede, ma la sua disperazione oltrepassa i limiti del virtuale grazie al suo comparto sonoro e ai gesti incredibilmente naturali dello strigo. Alla fine, con questi stessi fattori, riaffiora la lo stupore e la gioia appena Ciri da segni di vita.

Memoria finale in The Legend of Zelda: Breath to the Wild

Il famoso capitolo della serie The Legend of Zelda affida una missione al giocatore in cui deve recuperare i ricordi perduti di Link. Sono tutti relativi alla distruzione di Hyrule da parte di Ganon. Piccole video scene, dalla più tranquilla alla più tragica. L'ultima è per molti la più immersiva: il ricordo che rivela tutto, svela ogni mistero sulla spada e sul risveglio di Link nella grotta dopo 100 anni.

Il compleanno di Ellie in The Last of Us II

La sorpresa di compleanno da parte di Joel per Ellie, è nella lista dei momenti assolutamente indimenticabili nel mondo videoludico. Un titolo che ha già di per sé un carico narrativo piuttosto forte, da un punto di vista emotivo. Qui una scena che potrebbe sembrare uno dei tanti drammi, ma che in realtà si ritaglia un momento di felicità, forse anche di commozione.

Il sacrificio di Dom in Gears of War III

Catalogata tra le morti più tristi nei videogiochi. Dom, un uomo di valore, grande patriota, marito e innamorato della giustizia, diventa un martire di guerra. Personaggio amato e apprezzato per il suo coraggio, che cade da vero eroe per ciò in cui crede. Una scena che ha reso questo terzo capitolo della serie di Epic Games uno dei più struggenti.

Ti potrebbe interessare