Dune 2: la spiegazione definitiva del finale

dune 2

Dune 2 è l’ultimo sforzo cinematografico di Denis Villeneuve. Approdato in sala lo scorso 28 febbraio, ha immediatamente conquistato gli spettatori. Dune è un kolossal che ha rivoluzionato il genere sci-fi e, complici attori quali Chalamet e Zendaya, si è imposto come un blockbuster.

Villeneuve mette in scena i capitoli finali dell’opera di Frank Herbert e parte del secondo libro del Ciclo di Dune (Messia di Dune). In questo modo prepara la saga al suo terzo film, ora che la Guerra Santa è iniziata.

Trovate qui la nostra recensione di Dune 2. Per chi, invece, ha già avuto modo di vedere la pellicola al cinema, ecco di seguito la spiegazione del finale del film (seguono spoiler).

Dune 2

Il destino che si delinea

Paul (Timothée Chalamet) e sua madre, Lady Jessica (Rebecca Ferguson), dopo l’uccisione degli Atreides, cercano di unirsi ai Fremen. Questo popolo crede nella profezia secondo cui un Messia li porterà alla liberazione e li farà giungere in Paradiso.

Si consolida sempre di più la tesi secondo cui il Muad’Dib sia proprio Paul. A cercare di convincere i Fremen più restii c’è Lady Jessica che nel frattempo è diventata Reverenda Madre bevendo l’Acqua della Vita. Ella è incinta e così facendo ha risvegliato la mente del feto che porta in grembo. Sempre Lady Jessica convince il figlio ad iniziare la conversione dei Fremen partendo dal Sud e lo incoraggia a bere l’Acqua della Vita.

Paul miracolosamente sopravvive (proprio perché è lui il Messia); vede prima la sorella e dopo scopre di essere imparentato con gli Harkonnen: il Barone è, infatti, suo nonno materno.

Ora che ha più chiare le sue origini e ha visto il suo futuro è pronto per guidare i Fremen e governare Arrakis.

Dune 2

Come si conclude Dune 2?

Mentre l’imperatore Shaddam IV (Christopher Walken) arriva su Arrakis ed incontra il Barone poiché entrambi perplessi per la presunta presenza del Messia, Paul conquista la capitale e uccide il Barone, rivendicando il trono. Propone all’imperatore di sposare sua figlia, la Principessa Irulan (Florence Pugh), nonostante l’amore per Chani (Zendaya). Paul ha sete di potere e vuole prendere anche il posto di Shaddam IV.

Ecco che avviene lo scontro finale tra il nipote del Barone, Freyd (Austin Butler), che combatte a nome dell’imperatore, e Paul. Ad avere la meglio sarà quest’ultimo.

Dune 2

Ora Paul è imperatore. Le Grandi Case non lo riconoscono come sovrano. Paul incita i Fremen a combattere: la Guerra Santa ha inizio. Chani si rifiuta di seguire lui, il suo popolo e le profezie alle quali non aveva mai creduto.

Le visioni che Paul aveva avuto nel primo capitolo della saga, ora stanno per diventare realtà. Il giovane Atreides è consapevole della distruzione che potrà arrecare ad Arrakis, ma questo non fermerà la sua sete di potere. Così si conclude Dune 2 e a noi non resta che aspettare il terzo capitolo della saga.