Siamo alla ricerca di nuovi Social Media Manager e Articolisti per Videogiochi! (Clicca qui.)
Videogiochi

Dragon Ball Z: Kakarot, cosa ci aspettiamo dall’RPG a tema Dragon Ball

Il brand di Dragon Ball non è nuovo a trasposizioni videoludiche. Negli anni, sotto l’ala…

Dragon ball z: kakarot, cosa ci aspettiamo dall’rpg a tema dragon ball
Dragon Ball Z: Kakarot, cosa ci aspettiamo dall’RPG a tema Dragon Ball

Il brand di Dragon Ball non è nuovo a trasposizioni videoludiche. Negli anni, sotto l’ala protettrice di Bandai, la saga di Goku ha sfornato titoli diventati veri e propri cult.

Qualsiasi giocatore di lunga data ricorda con le lacrime della nostalgia la serie di Budokai e Budokai Tenkaichi. Sei capitoli che ci hanno fatto sognare, in cui il mondo di Dragon Ball prendeva vita e ci permetteva di impersonare i nostri personaggi preferiti.

Il brand di dragon ball non è nuovo a trasposizioni videoludiche. Negli anni, sotto l'ala protettrice di bandai, la saga di goku ha sfornato titoli diventati veri e propri cult. 3

Con l’avvento delle serie successive uscite su console di settima e ottava generazione, non si è mai riusciti a replicare il successo di questi giochi ormai mitici.

Nonostante le promesse fatte, Bandai Namco non è mai riuscita a trasporre nuovamente in videoludo quelle stesse sensazioni che la serie Budokai riusciva a trasmettere. Sicuramente negli anni sono venuti alla luce giochi interessanti, come i recenti Xenoverse, ma niente di paragonabile ai fasti del passato.

L’inversione del trend?

Con Dragon Ball Z: Kakarot è stata formulata l’ultima promessa della società giapponese: ma le aspettative saranno soddisfatte?

A differenza degli scorsi capitoli, veri e propri picchiaduro in stile anime di cui Dragon Ball è pioniere nella propria incarnazione videoludica, questo capitolo vuole mantenere la formula dell’rpg abbozzata nella serie Xenoverse.

Ripercorrendo gli eventi salienti del Saiyan Son Goku, in Dragon Ball Z: Kakarot potremo rivivere gli episodi più importanti dello shonen più famoso di tutti. Ma ciò non vuol dire che utilizzeremo solamente Goku, infatti sarà giocabile una notevole schiera di personaggi primari e secondari.

Il brand di dragon ball non è nuovo a trasposizioni videoludiche. Negli anni, sotto l'ala protettrice di bandai, la saga di goku ha sfornato titoli diventati veri e propri cult. 4

Un brand immortale

La saga di Dragon Ball ha riacquistato successo grazie alla ripresa del manga e dell’anime con la serie “Super”. Ma anche sul panorama videoludico ha saputo imporsi sia tra i giocatori casual che nel competitivo, con il recente Fighterz.

Kakarot reinventa nuovamente i videogiochi a tema Dragon Ball con il primo RPG puro mai uscito. Un Open World che offre attività e missioni secondarie ccon lo scopo di dare profondità al gioco. Cosa di cui sono notoriamente scarsi queli basati sugli anime.

L’ultimo esperimento di Bandai in tal senso è stato One Piece: World Seeker, che è stato un fallimento conclamato. Nella speranza che il publisher giapponese abbia imparato la lezione, speriamo che Kakarot possa essere degno del brand che rappresenta.

Un gioco enorme

Bandai Namco ha promesso decine, se non centinaia di ore di gioco, dichiarando 9 ore (escluse quest secondarie) solamente per la saga di Freezer. Considerando che il gioco dovrebbe ripercorrere tutta la storia di Goku in Dragon Ball Z, parliamo di una porzione narrativa piuttosto limitata rispetto all’intera serie.

Dal lato collezionistica sono state altresì fatte le cose in grande: la collector’s edition presenta una statua fenomenale a tema Dragon Ball Z, acquistabile direttamente dal sito Bandai Namco.

Il brand di dragon ball non è nuovo a trasposizioni videoludiche. Negli anni, sotto l'ala protettrice di bandai, la saga di goku ha sfornato titoli diventati veri e propri cult. 5

Non per tutti

Per chi è dunque questo gioco: Sicuramente si tratta di un titolo adatto a chiunque si ritenga fan del manga o dell’anime di Dragon Ball. Chiunque provi nostalgia nel ricordare gli scontri tra Raddish, Piccolo e Goku, l’avventura su Namekk o la prima comparsa di Gotenks.

Si devono astenere quei giocatori hardcore che cercano un RPG puro o un picchiaduro competitivo. Non è sicuramente un gioco paragonabile alla serie di Dark Souls, quanto piuttosto un omaggio che strizza sicuramente l’occhio al fan service.

Sicuramente l’esperienza di gioco vogliamo (e pretendiamo) che sia appagante, ma non nei termini dei soliti giochi di ruolo. Da quel che si è visto lo stile di gioco ricorda gli scontri della serie leggenda Budokai, ma sicuramente non è paragonabile.

L’attesa è ancora breve per Dragon Ball Z: Kakarot

Pochi giorni ci separano dall’arrivo sugli scaffali di questo attesissimo nuovo gioco di Dragon Ball Z. Ritrovate le info da noi riportate e ulteriori sul sito ufficiale. Il gioco sarà disponibile a partire dal 17 Gennaio 2020.

Seguici su Google News Leggi Google News
Stranger things

Stranger Things: i Duffer Brothers parlano di…

I creatori di Stranger Things tornano a parlare dei possibili spin-off della serie
Poco più di 2 anni fa ci siamo ritrovati tra le mani call of duty: warzone, fortunatissimo capitolo free to play della saga che è riuscito a intrattenere milioni di giocatori in tutto il mondo e far tornare in auge la saga di call of duty, reduce da qualche anno sotto tono. Dato l'enorme successo del primo capitolo activision ha giustamente voluto creare un seguito, provando a ottimizzare la buona formula già rodata aggiungendo novità per provare a bissare il fenomeno di massa. 6

RecensioneWarzone 2.0, Recensione – Il seguito che…

Poco più di 2 anni fa ci siamo ritrovati tra le mani Call of Duty:…
Kaiju wars

RecensioneKaiju Wars, Recensione – Godzilla colpisce ancora

I kaiju invadono il gaming
Chi mal termina... 9

Approfondimento5 boss fight finali più che deludenti

Chi mal termina...