Logo BackgroundDecorative Background Logo.

Élite 7, Recensione: purtroppo non è ancora finita

Élite 7

Élite 7 ormai è diventata una delle serie più longeve di Netflix. È dal 2018 che la piattaforma, ormai a cadenza annuale, ci trascina nei cancelli di Las Encinas e tra un crimine e all'altro ci ha fatto abituare a personaggi discutibili, situazioni improbabili e ore di puro trash. Ma almeno Élite all'inizio ci intratteneva, aveva una trama e riuscivamo ad apprezzare la serie per ciò che era.

Ora però Netflix ha toccato il fondo. I personaggi che cambiano i continuazione hanno snaturato la struttura originaria. Siamo alla terza o quarta generazione di protagonisti che non hanno più niente da dire e sono sempre meno interessanti. Non c'è più una storia ma solo un'accozzaglia di scene e di volgarità fini a se stessi. Un vero disastro purtroppo confermato ancora per un'ottava stagione.

elite

Élite 7: nuovi personaggi e nuove storie

A Las Encinas ritorna uno storico protagonista, Omar. Sono ormai otto stagioni che continua a vegetare in quel liceo, eppure gli autori trovano sempre qualcuno per lui. Questa volta è il caso di Joel, un rider che lavora per vivere. Tra le new entry abbiamo poi Chloe e la madre, appena trasferite a Madrid, poi c'è Jessica, la nuova insegnante interpretata da Anitta.

Queste e altre nuove storie si intrecciano poi con quelle dei protagonisti delle ultime stagioni: ci sono Sara e Raoul, alle prese con il loro amore tossico, poi Isadora e Didac che combattono contro le loro famiglie e ancora Ivan che cerca di metabolizzare il lutto del padre e la separazione con Patrick.

elite

Insomma, tanti personaggi, troppa carne a cuocere e una confusione generale che ci fanno mettere continuamente le mani nei capelli. Bisognava forse interrompere la serie diverse stagioni fa piuttosto che portare lo spettatore all'esasperazione.

Una stagione del tutto snaturata

Purtroppo il tallone d'achille di Élite sono i personaggi. Abbiamo detto che ormai i personaggi ai quali ci eravamo affezionati hanno tutti abbandonato la serie. Si erano poi insinuati Patrick, Ari e Mencia con i quali lo spettatore aveva comunque instaurato un minimo di empatia. Fatti fuori anche loro, a Élite non è rimasto altro che puntare sulle novità che purtroppo non ci attirano più e rendono la visione imbarazzante.

Per di più, una serie come Élite, pretende in questa stagione di trattare temi sociali tra manifestazioni politiche, stupri e revenge porn, ma lo fa raggiungendo un effetto stilizzato e imbarazzante.

Anche la componente noir fa sempre più fatica ad attirarci, lontana dalla suspance degli interrogatori delle prime stagioni. Una serie del tutto snaturata che non ha più ragione di esistere.

elite

Élite 8: si farà?

E per chi si domanda se questa tortura avrà mai fine o per i pochi superstiti fan dalla serie, ecco che da Netflix arriva l'annuncio. Élite 8 si farà ma sarà la stagione finale. Speriamo dunque di rivedere qualche vecchio volto ritornare a Las Encinas per concludere "in bellezza" questo viaggio. Sarebbe interessante veder tornare qualche personaggio storico da Ander a Lu. Per ora le riprese sono ancora in corso e con ogni probabilità gli episodi approderanno sulla piattaforma nel 2024.

Ti potrebbe interessare