Atlas Fallen, Recensione: il gioco peggiore del 2023?

Atlas Fallen è un titolo pessimo che sembra essere la brutta copia di titoli molto famosi vecchi di 2 generazioni.

Atlas Fallen

Atlas Fallen è un titolo Action RPG sviluppato da Deck13 Interactive, autori di Lords of the Fallen. Il titolo uscito il 10 agosto scorso sembrava poter essere il salto di qualità per la casa di sviluppo tedesca, salto che però a nostro avviso ha completamente sbagliato.

3

Atlas Fallen

Atlas Fallen è un titolo che scopiazza meccaniche e idee da altri titoli senza però brillare in nulla. Il gameplay è particolarmente noioso e poco soddisfacente, la trama non coinvolge e manca di meccaniche basilari per un titolo del 2023. Fosse uscito nel 2010 come titolo d'esordio degli sviluppatori sarebbe stata carino come alternativa economica a darksiders 1 (titolo da cui Atlas Fallen sembra prendere molto in prestito) ma nel 2023 da degli sviluppatori che comunque hanno una buona esperienza in questo ambito ci aspettavamo nettamente di più.

  • Mancanze basilari
  • Gameplay noioso
  • Grafica insufficiente

Trama

La trama di Atlas Fallen è ambientata in un mondo fantasy devastato dal Dio del sole, Thelos. Il protagonista è un eroe senza nome che guadagna una serie di poteri grazie a un guanto magico. Thelos governa il mondo obbligando il popolo a raccogliere e trasportare l'Essenza, potere magico che cresce sulla terra. Il vostro obiettivo sarà di sconfiggere il Dio del sole e riportare la pace sulla terra.

Gameplay

Combattimenti

Atlas Fallen prende fortemente spunto da altri Action, non troppo recenti per di più. Il gameplay si basa su attacco, parata e schivata. Per attaccare si utilizzano i tasti x/quadrato e y/triangolo, ma non sono divisi in attacco leggero e pesante ma sono da assegnare a due delle vostre armi. Le armi sono però solo tre, le combinazioni diverse di equipaggiamento saranno quindi sempre solo tre rendendo questa meccanica di personalizzazione praticamente inutile.

Atlas Fallen

La parte peggiore del combattimento è però la parata. Non si tratta di uno scudo ma di un potere del personaggio che permette di eseguire solo parate perfette. Non potete quindi difendervi dai nemici tenendo la parata attiva ma potrete solo provare a capire il movset del nemico ed eseguire parate perfette. Abbiamo provate nelle prime ore di gioco a parare il più possibile ma è risultato solamente frustrante, ci siamo quindi ritrovati a utilizzare solamente la schivata. In generale i combattimenti non li abbiamo trovati particolarmente divertenti e soprattutto mancano completamente di equilibrio. Sono infatti presenti mini boss nella mappa che risultano nettamente più forti e con mosse meno prevedibili di alcuni dei boss delle fasi avanzate del gioco.

Mondo di gioco

Se nei combattimenti possiamo salvare poco va giusto leggermente meglio nella parte di spostamento ed esplorazione del mondo. Per spostarsi velocemente potrete scivolare sulla sabbia, meccanica molto interessante che rende i viaggi molto più veloci. Peccato che le cose interessanti finiscano qui. Il mondo è praticamente vuoto, troverete qualche enigma ambientale o zone con del loot, ma tutte poco interessanti.

I difetti di Atlas Fallen non sono però finiti. La trama è banale e noiosa, i dialoghi sono particolarmente prolissi e presentano delle scelte che risulteranno quasi sempre inutili. Il viaggio rapido può essere eseguito solamente attraverso le incudini, zone di salvataggio e potenziamento, verso altre incudini. Se però nella vostra mappa potrete vedere indicatori per le missioni non sarà lo stesso nel menù del viaggio rapido. Nel momento che scelgo di utilizzare questa funzione mi aspetto di vedere nella mappa indicatori vari per sapere dove spostarmi, e invece NO. La mappa è vuota, completamente vuota. Mi obblighi quindi a uscire dal menù dell'incudine, aprire il mio menù, andare nella sezione mappa, vedere dove andare e a questo punto riaprire l'incudine per selezionare il viaggio rapido e scegliere la zona di teletrasporto più vicina al luogo cercato in precedenza.

Comparto tecnico

Se il gameplay ha poco da salvare, il comparto tecnico di Atlas Fallen è riuscito a fare addirittura peggio. Il gioco esce solo su console di attuale generazione, graficamente però sembra un titolo Xbox 360. Ci sono evidenti problemi di Pop in degli elementi nella mappa e di texture di un qualità davvero pessima. Gira poi a una risoluzione di 1080p su Xbox Series S, ma abbiamo visto titoli molto più onerosi girare a risoluzione e qualità dei dettagli molto più alti senza alcun tipo di problema.