I personaggi dei videogiochi più riconoscibili

personaggi videogiochi

I videogiochi son sempre di più parte integrante delle nostre vite, occupandoci ore in sfide e storie dalle mille sfaccettature.

Nell’esplorazione di mondi unici e variegati, ci siamo imbattuti in personaggi la cui fama ha raggiunto anche chi di videogiochi non si intende. Nintendo, Ubisoft e tante altre sono le software house responsabili della creazione di questi iconici protagonisti.

Per scoprire di chi stiamo parlando, andiamo a scoprirlo nella lista che abbiamo compilato dei personaggi più riconoscibili dai non videogiocatori.

Ezio Auditore

Prima apparizione: Assassin’s Creed II, 2009
Sviluppatori: Ubisoft Montreal

personaggi videogiochi Ezio auditore

Un personaggio completamente Made in Italy apre questa lista. Stiamo parlando di Ezio Auditore da Firenze, protagonista indiscusso della saga di Assassin’s Creed.

L’assassino toscano ci ha guidato in una scoperta senza eguali dell’Italia rinascimentale, scavandosi un posto speciale soprattutto nel cuore dei giocatori italiani.

Nella scoperta di Firenze, Roma, Venezia e perfino Costantinopoli, Ezio ha sempre spiccato per le sue doti di combattimento e la sua vena sarcastica. Ad oggi è ancora considerato dai molti come il personaggio migliore della saga e l’unico ad aver ben tre capitoli dedicati.

La sua estetica e carisma lo hanno reso un personaggio senza fine, il quale vanta l’apparizione in altri titoli videoludici quali SoulCalibur V, For Honor e Brawlhalla. Il suo stesso costume da assassino è sbloccabile in numerosi giochi, come ad esempio Final Fantasy XIII-2, Fortnite, PUBG, Fall Guys ed altri ancora.

Crash Bandicoot

Prima apparizione: Crash Bandicoot, 1996
Sviluppatori: Naughty Dog

crash bandicoot

Siamo a fine anni Novanta ed il mondo dei platform è governato da Nintendo e SEGA. È proprio in questo contesto che Sony decide di entrare a gamba tesa con la pubblicazione di Crash Bandicoot.

Il bandicoot arancione ha in poco tempo raggiunto un successo mondiale, ottenendo diversi spin-off e sequel. Tra casse esplosive e Frutti Wumpa, Crash ha allestito un mondo dalle sfaccettature vivaci e memorabili.

In poco tempo Crash è divenuto un vero e proprio personaggio della cultura di massa, ottenendo cameo in film, serie TV, videogiochi e fumetti. I Simpson, I Griffin, Friends e Spyro sono solo alcuni degli esempi che possiamo fare.

Spyro

Prima apparizione: Spyro The Dragon, 1998
Sviluppatori: Insonmiac Games

Spyro 4

Continuando sulla linea dei platform, passiamo ora ad un altro protagonista di questo variegato mondo. Stiamo parlando del draghetto viola conosciuto sotto il nome di Spyro.

Il drago, il cui colore lo rende ancora più iconico e riconoscibile all’occhio, avrebbe dovuto essere inizialmente verde. Solo in fase di sviluppo Insomniac si è resa conto che Spyro si sarebbe confuso con il verde dei prati sui quali avrebbe planato. Fu questa la motivazione dietro alla finale decisione di renderlo viola.

Inoltre, il draghetto era stato immaginato con il nome Pete. Successivamente, per evitare problemi con il franchise di Pete’s Dragon di Disney, il nome è stato cambiato.

E pensare che son stati proprio questi cambiamenti a contribuire nel rendere Spyro un personaggio così iconico da aggiudicarsi una fama invidiabile e numerosi videogiochi.

Pac-Man

Prima apparizione: Pac-Man, 1980
Sviluppatori: Namco

videogiochi, Pacman

Quasi impossibile non riconoscere il famoso pallino giallo mangia fantasmini. Sbarcato nel mondo videoludico nel 1980, Pac-man è uno di quei personaggi immediatamente riconoscibili al primo colpo d’occhio.

Il pallino, il cui design è stato ispirato da una pizza mancante di una fetta, ebbe il suo esordio tra i cabinati arcade delle sale giochi per poi arrivare nelle case delle persone.

Il gioco ebbe un successo tale da avere un vero e proprio impatto culturale sulla società degli anni Ottanta. La così definita “Pac-Mania” invase la vita delle persone con gadget, abiti e giochi di carte targati Pac-Man.

Un vero e proprio successo che stravolse il mondo.

Lara Croft

Prima apparizione: Tomb Raider, 1996
Sviluppatori: Core Design

tomb raider

Dopo numerosi personaggi maschili, arriviamo alla prima protagonista femminile di questa lista. O meglio dire, LA protagonista femminile.

Siamo nel 1996 quando Lara Croft fa il suo debutto nel mondo videoludico, ottenendo fin da subito un successo clamoroso. Da quel momento in poi, Lara ha ricevuto riconoscimenti di ogni genere, diventando un’icona a livello mondiale.

La rivista The Face la mise in prima pagina mentre Forbes pose l’eroina al quattordicesimo posto dei "personaggi di fantasia più ricchi del mondo" e al primo come "personaggio femminile fittizio più ricco del mondo”.

Nel 2006 ottenne il Guinness World Record come "l'eroina dei videogiochi più famosa del mondo” e, nello stesso anno, ottenne una stella nella Walk of Game.

La fisionomia e volto del personaggio divennero tanto iconici da essere usati in spot pubblicitari. Perfino gli U2 chiesero a Insomniac di produrre del materiale inedito da poter proiettare sugli schermi dei loro concerti.

Per finire, non possiamo non menzionare la saga cinematografica con protagonista Angelina Jolie nei panni della Croft.

Prima apparizione: The Legend of Zelda, 1986
Sviluppatori: Shigeru Miyamoto e Takashi Tezuka

Link

Nonostante il suo carattere taciturno, Link di The Legend of Zelda si è fatto largo nel mondo videoludico ottenendo una fama di cui pochi possono vantare.

Parliamo di un personaggio la cui storia e personalità viene cucita accuratamente e differentemente per ogni capitolo della saga. Sebbene questo, Link, con la sua onnipresente spada e scudo, mantiene un tratto riconoscibile (e nostalgico) in ogni pubblicazione di Nintendo.

Anche in questo caso, il personaggio vanta una serie di pubblicazioni a lui ispirate, come l’anime Un Regno Incantato per Zelda o il manga The Legend of Zelda: Twilight Princess.

Steve

Prima apparizione: Minecraft, 2011
Sviluppatori: Mojang

videogiochi, Minecraft

Immergiamoci ora nel mondo del videogioco più venduto al mondo. Con circa 300,000,000 copie vendute, Minecraft ha una fame che va ben oltre il mondo videoludico.

Il gioco di Mojang negli anni è stato esposto ad un internet che lo ha reso virale sui vari social e forum. Il mondo pieno di cubi ha però un volto che lo contraddistingue: stiamo parlando di Steve, il personaggio base del gioco.

Nonostante il nome possa sfuggire ai non appassionati, l’aspetto basico ma iconico del personaggio lo rende riconoscibile anche da chi di videogiochi non ne sa molto.

Sonic

Prima apparizione: Sonic the Hedgehog, 1991
Sviluppatori: Sonic Team

sonic

Nel 1991 SEGA pubblica quello che sarebbe stato uno dei suoi franchise più di successo.

Il riccio blu dalla velocità super “Sonica”, con oltre 140 milioni di copie vendute, ha scavalcato le classifiche dei personaggi videoludici, diventando uno tra i più conosciuti.

Insieme a Mario e Link è stato uno dei primi personaggi ad ottenere una stella nella Walk of Game. Nel 2011 ottenne il decimo posto nella classifica personaggi dei videogiochi migliori di tutti i tempi nel Guinness dei Primati.

Addirittura, una proteina (una vera e propria proteina di quelle studiate in chimica) è stata chiamata Sonic the Hedgehog in suo onore.

Oltre ai numerosi cameo, Sonic ha ottenuto serie animate, fumetti e corti. Menzione speciale va al film del 2020 il quale, per il design poco fedele del personaggio, fece scoppiare l’internet in numerosi discussioni e meme.

Pikachu

Prima apparizione: Pokémon Rosso e Pokémon Blu, 1996
Sviluppatori: Game Freak

pikatchu

Parlare della Pokémon-mania generata dell’omonimo gioco richiederebbe un articolo a parte a causa delle sue radici ben piantate nella cultura mondiale. Il franchise di Pokémon si dirama tra videogiochi, carte, anime e manga.

L’origine del franchise però risiede nella sua trasposizione videoludica, la quale vede come volto chiave Pikachu. Il Pokemon giallo dalle sembianze di un topo fu scelto da Nintendo come mascotte dei giochi di lancio.

Probabilmente neanche casa Nintendo si sarebbe immaginata il successo raggiunto da questo personaggio.

Pikachu è ben presto diventato un’icona della cultura popolare, venendo sfruttato per innumerevoli campagne di marketing. Il suo ruolo a fianco di Ash nell’anime ha aumentato ancor di più la sua già notevole fama.

In occasione della candidatura di Osaka all’EXPO 2025, il Pokemon è stato nominato ambasciatore speciale da parte del ministro degli esteri giapponese.

Mario

Prima apparizione: Donkey Kong, 1981
Sviluppatori: Nintendo

super mario bros. il film

Finiamo questa lista con l’idraulico italiano più conosciuto al mondo.

Mario appare per la prima volta in Donkey Kong nel 1981, ottenendo solo in seguito un videogioco a lui dedicato. E pensare che ad oggi ricopre il ruolo di volto ufficiale di Nintendo.

Il cappello rosso e l’iconico baffo lo renderebbero riconoscibile anche da lontano. L’idraulico può vantare più di 200 titoli a suo nome, un film ed un parco divertimenti a lui dedicato.

Lo stesso Miyamoto lo considera il suo personaggio preferito.

C’è poco da dire: la fame di Mario lo precede ed il suo stile iconico lo rende simbolo della cultura popolare.